Scudetti: club pluritrionfatori

e sequenze record

Albo d’oro scudetti: squadre vincitrici e piazzate sul podio

Il massimo campionato italiano di calcio dal 1898 a oggi è stato organizzato da più enti che si sono succeduti nel tempo, in una sorta di ‘staffetta istituzionale’ che ha coinvolto Federazione, Direttorio e Leghe. (Foto stadio Maradona: archivio Sandro Sanna)

- Quello conquistato quest’anno dal Milan è il 19° scudetto nella storia della società sportiva rossonera. In questa specifica classifica il primato di titoli consecutivi spetta alla Juventus (9 ‘tricolori’ tra il 2012 e il 2020). Inoltre, ci sono 3 sequenze da 5 vittorie di fila ciascuna e appartengono a 3 società diverse: Juventus (1931, 1932, 1933, 1934 e 1935), Torino (1943, 1946, 1947, 1948 e 1949) e Inter (2006, 2007, 2008, 2010 e 2010). Ed ancora, sono 3 i club con più di 9 trionfi: Juve, Milan e Inter. Il Genoa, ad un passo dalla ‘stella delle 10 vittorie’, ha portato a casa il suo 9° e ultimo titolo nel lontano 1924. Un’altra nota di curiosità riguarda il fatto che il primo tricolore del Centro Sud lo ha conquistato la Roma ‘solo’ nel 1942, ben 44 anni dopo la nascita della massima competizione calcistica nazionale. In totale, su 118 titoli assegnati, ben 108 sono finiti al Nord e solo 10 al Centro-Sud. E questo strapotere si è accentuato ancora di più nel nuovo Millennio, in quanto gli ultimi 20 campionati hanno visto trionfare solo l’asse Milano-Torino. Si tratta di una sequenza senza precedenti.

Formule del massimo campionato

ed enti organizzatori

FIF E FIGC – Prima dell’adozione della formula a girone unico, “abbracciata” definitivamente nella stagione ufficiale di SERIE A 1929-30 e valida ancora oggi, tra il 1898 e il 1929 vengono assegnati 28 titoli. Tra essi, 21 hanno il loro epilogo con una gara di finalissima, mentre altri 6 campionati vedono la sperimentazione di competizioni basate, quantomeno per quel che concerne la fase decisiva, su formule con girone unico.
A causa dello scoppio della Prima Guerra Mondiale, un solo torneo su 28, quello del 1915, non viene portato a conclusione e lo scudetto viene assegnato a tavolino, al termine del conflitto bellico internazionale.

Ancor più intricata, soprattutto fino alla nascita della Repubblica Italiana (2 giugno 1946), la “matassa” relativa al complesso ambito burocratico-organizzativo del massimo campionato di calcio. Dal 1898 al 1909 se ne occupa la FIF (Federazione Italiana Football fondata nel 1898), mentre dal 1910 al 1915 e nel biennio 1920-1921 se ne incarica la FIGC (Federazione Italiana Giuoco Calcio), nata nel 1909 in continuità con il percorso nazionale e internazionale fatto dalla FIF, affiliatasi alla FIFA già nel 1905. Nel mezzo, tra i 1916 e il 1919, invece è tutto fermo a causa della guerra.

SCISSIONE TRA FIGC E CIC – Nel 3° anno operativo post bellico, però, emergono forti dissidi tra le varie componenti del calcio nazionale ed è così che nel 1922 si arriva al cosiddetto “scisma”. In maniera un po’ grottesca, accade che da un lato un gruppo di squadre, ben 58 in rappresentanza di Nord, Centro e Sud Italia, disputa un massimo campionato nazionale sotto l’egida della CIC (Confederazione Calcistica Italiana nata nel 1921), mentre dall’altro la FIGC porta a compimento anch’essa, con la partecipazione di altri 47 club, il “massimo campionato nazionale”. In pratica, un pasticcio: 2 enti e 2 scudetti. Il compromesso, però, lo si trova in meno di un anno. Dal 1923 al 1926, infatti, si occupano di organizzare …un unico massimo campionato nazionale di calcio …la CIC-LEGA NORD e gli organi FIGC.

DIRETTORIO – Nel 1926, però, tutto viene superato con la ratifica, da parte del CONI, della Carta di Viareggio, in base alla quale viene dato mandato al Direttorio Divisioni Superiori, un ente fortemente voluto dal partito fascista, di tracciare le linee guida del calcio in Italia e di organizzare le massime competizioni a valenza nazionale.
Il 1° campionato disputato sotto l’egida del Direttorio, viene vinto nel 1927 dal Torino …ma il titolo viene revocato al club Granata, a seguito di un accertato tentativo di corruzione. Secondo sul campo si piazza il Bologna, ma, per norme attualmente ancora vigenti, uno scudetto definito “revocato” non può essere assegnato alla squadra 2^ classificata. Inoltre, va evidenziato che dal 1927 al 1943 il Direttorio non solo organizza con continuità il massimo campionato, ma nel 1930 lancia anche il campionato di Serie B a girone unico, mettendo ordine, quindi, anche nel cosiddetto 2° livello del nostro calcio. Nel 1944 e Nel 1945, a causa della Seconda Guerra Mondiale, il campionato di Serie A non si disputa.

INIZIA L’ERA DELLE LEGHE PROFESSIONISTICHE – Sempre nel 1945, però, poco dopo la Liberazione dell’Italia ad opera di Partigiani e Alleati, viene sciolto il Direttorio Divisioni Superiori e nell’autunno 1945, a causa di una serie di problemi logistici, infrastrutturali e politico-militari ancora esistenti, la Federazione Italiana Giuoco Calcio favorisce sia l’istituzione della Lega Nazionale Alta Italia (ente che, grazie all’impegno degli stessi dirigenti di club affiliati FIGC, si occupa di far disputare un girone con le squadre del Settentrione), che quella della Lega Nazionale Centro Sud, ente con analoga funzione della Lega Nord, ma, ovviamente, alle prese con la platea di squadre rappresentative dell’area centro-meridionale. Il campionato, una volta portata a termine la prima fase eliminatoria, si conclude con un girone finale riservato alle migliori 8 formazioni (4 qualificate dal Nord e 4 dal Centro Sud). Missione compiuta e scudetto regolarmente assegnato nel luglio 1946 alla squadra… campione in carica: il glorioso Torino dei 5 titoli consecutivi, poi perito a Superga per un incidente aereo il 4 maggio 1949.
Nel frattempo, nel 1946, pressoché in concomitanza con la proclamazione della Repubblica Italiana e con la conclusione del 1° campionato di Serie A del secondo Dopoguerra, nasce anche la LNP: la Lega Nazionale Professionisti, che da quel momento in poi (e fino al 2010) si occupa di organizzare, di concerto con le norme varate dalla Federazione  Italiana Gioco Calcio, tutti i più importanti eventi pallonari di ambito nazionale, in primis i campionati di Serie A e B.
Dal 1° luglio 2010 a oggi, infine, a seguito di una mancata condivisione di interessi  tra i componenti LNP di Serie A e Serie B, i vertici del calcio nazionale decidono che il campionato di “A” debba essere organizzato dalla LNPA (Lega Nazionale Professionisti Serie A), mentre la stagione dei Cadetti debba essere portata avanti, in parallelo e sempre a partire dal 2010, dalla LNPB (Lega Nazionale Professionisti Serie B.

SCHEDA 1 / I 21 campionati conclusi con finalissima e i 7 disputati con formule a gironi

Tra il 1898 e il 1929, ben 21 campionati  si concludono con una partita di finalissima. Ecco la sequenza cronologica:
1898 (ente organizzatore FIF)
1899 (FIF)
1900 (FIF)
1901 (FIF)
1902 (FIF)
1903 (FIF)
1904 (FIF)
1909 (FIF)
1911 (FIGC)
1912 (FIGC)
1913 (FIGC)
1914 (FIGC)
1920 (FIGC)
1921 (FIGC)
1922 (scisma), campionato FIGC e campionato CIC
1923: CIC-LEGA NORD e FIGC
1924 CIC-LEGA NORD e FIGC
1925 CIC-LEGA NORD e FIGC
1926 CIC-LEGA NORD e FIGC
1929 DIRETTORIO DIVISIONI SUPERIORI.

Tra il 1905 e il 1928, invece, 7 campionati vedono la sperimentazione di competizioni basate su formule con girone unico:
1905 (FIF)
1906 (FIF)
1907 (FIF)
1908 (FIF)
1910 (FIGC)
1927 DIRETTORIO DIVISIONI SUPERIORI (scudetto revocato al Torino per illecito sportivo)
1928 DIRETTORIO DIVISIONI SUPERIORI.

SCHEDA 2 / Note statistiche sulla geopolitica dei titoli vinti

Scudetti assegnati dal 1898 al 2022: Nord Italia 108 su 118 (91,52%); Centro e Sud 10 (8,48%).
Graduatoria club vincitori e regioni di appartenenza: Juventus (Piemonte) 36 titoli, Inter (Lombardia) 19, Milan (Lombardia) 19, Genoa (Liguria)  9, Bologna (Emilia Romagna) 7, Pro Vercelli (Piemonte) 7, Torino (Piemonte) 7, Roma (Lazio) 3, Napoli (Campania) 2, Fiorentina (Toscana) 2, SSLazio (Lazio) 2, Cagliari (Sardegna) 1, Casale (Piemonte) 1, Hellas Verona (Veneto) 1, Sampdoria (Liguria) 1, Novese (Piemonte) 1.
Aree geografiche scudettate (9): Piemonte 52 titoli sul totale dei 118 assegnati (44,067%); Lombardia 38  (pari al 32,203%); Liguria 10 (8,474%); Veneto 1 (0,847%); Emilia Romagna 7 (5,932%); Lazio 5 (4,237%); Toscana 2 (1,694%); Campania 2 (1,694%); Sardegna 1 (0,847%).
Aree geografiche con zero titoli (11): Sicilia, Calabria, Basilicata, Puglia, Abruzzo, Molise, Marche, Umbria, Val d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige. 
Club campioni d’Italia, operanti in Comuni non capoluogo di provincia: Casale (1914), Novese (1922).
Squadre piazzate, appartenenti a Comuni non capoluogo di provincia: Savoia (1924).

ALBO D’ORO:

tutti i podi

nella storia 

della Massima Serie

calcistica italiana

1898 Genoa
(2° posto Torino Internazionale).

1899 Genoa
(2° posto Torino Internazionale).

1900 Genoa
(2° posto Torinese).

1901 Milan
(2° posto Genoa).

1902 Genoa
(2° posto Milan).

1903 Genoa
(2° posto Juventus).

1904 Genoa
(2° posto Juventus).

1905 Juventus
(2° posto Genoa, 3° Us Milanese).

1906 Milan
(2° posto Juventus, 3° Genoa).

1907 Milan
(2° posto Torino, 3° “Andrea Doria”- Genova).

1908 Pro Vercelli
(2° posto Milanese, 3° Andrea Doria).

1909 Pro Vercelli
(2° posto Milanese).

1910 Inter
(2° posto Pro Vercelli, 3° Juventus). E’ il 1° esperimento di campionato a girone unico e viene varato dalla neonata Federazione Italiana Gioco Calcio.

1911 Pro Vercelli
(2° posto Vicenza).

1912 Pro Vercelli
(2° posto Venezia).

1913 Pro Vercelli
(2° posto Lazio).

1914 “Casale Calcio” – Casale Monferrato, provincia di Alessandria
(2° posto Lazio).

1915 Genoa. Titolo assegnato a tavolino nel dopoguerra dalla FIGC. Torneo non portato a termine sul campo a causa dell’entrata in guerra dell’Italia  nel 1° conflitto mondiale.

1916, 1917, 1918, 1919: campionato sospeso per motivi bellici.

1920 Inter
(2° posto Livorno).

1921 Pro Vercelli
(2° posto Pisa).

1922 “US Novese” – Novi Ligure, provincia di Alessandria (2° posto “Sampierdarenese” – Genova). Ente organizzatore: FIGC.
1922 Pro Vercelli (2° posto Fortitudo Roma). Ente organizzatore: CCI (confederazione calcistica italiana).

1923 Genoa
(2° posto Lazio).

1924 Genoa
(2° posto “Savoia” – Torre Annunziata, provincia di Napoli).

1925 Bologna
(2° posto Alba Roma).

1926 Juventus
(2° posto Alba Roma).

1927 revocato.
Torino vincitore sul campo, ma perdente in ambito giudiziario per un accertato tentativo di corruzione nei confronti di altra squadra. In base alla nostra giurisprudenza, un titolo ‘revocato’ non può essere assegnato ad altro club. Secondo posto sul campo per il Bologna. Quello del 1927 è anche il 1° torneo organizzato dal DIRETTORIO DIVISIONI SUPERIORI. Ratificato dal CONI nel 1926, è un ente con finalità sportive che pone fine alla fase operativa delle LEGHE ed è fortemente voluto dal regime politico fascista.

1928 Torino
(2° posto Genoa, 3° posto pari merito Juventus e Alessandria).

1929 Bologna
(2° posto Torino).

1930 Ambrosiana Inter
(2° posto Genoa, 3° Juventus).
Nota: la stagione 1929-30 è la prima che si svolge con la ormai tradizionale formula a girone unico, quella ancora oggi in vigore.

1931 Juventus
(2° posto Roma, 3° Bologna).

1932 Juventus
(2° posto Bologna, 3° Roma)

1933 Juventus
(2° posto Ambrosiana Inter, 3° pari merito Bologna e Napoli).

1934 Juventus
(2° posto Ambrosiana Inter, 3° Napoli).

1935 Juventus
(2° posto Ambrosiana Inter, 3° Fiorentina).

1936 Bologna
(2° posto Roma, 3° Torino).

1937 Bologna
(2° posto Lazio, 3° Torino)

1938 Inter
(2° posto Juventus; 3° Milan per migliori risultati negli scontri diretti col Genoa, 4° e con gli stessi punti dei rossoneri).

1939 Bologna
(2° posto Torino, 3° Ambrosiana Inter).

1940 Ambrosiana Inter
(2° posto Bologna, 3° Juventus).

1941 Bologna
(2° posto Ambrosiana Inter, 3° Milan).

1942 Roma
(2° posto Torino, 3° Venezia).

1943 Torino
(2° posto Livorno, 3° Juventus).

1944, 1945: campionato sospeso per la 2^ guerra mondiale.

1946 Torino
(2° posto Juventus, 3° Milan).

1947 Torino
(2° posto Juventus, 3° Modena).

1948 Torino
(2° posto Milan, 3° Juventus, 4° Triestina).
Le tre squadre arrivano a pari punti, ma i rossoneri totalizzano un maggior numero di vittorie rispetto alle dirette avversarie. Stesso discorso per il posizionamento di bianconeri e friulani.

1949 Torino
(2° posto Inter, 3° Milan).

1950 Juventus
(2° posto Milan, 3° Inter).

1951 Milan
(2° posto Inter, 3° Juventus).

1952 Juventus
(2° posto Milan, 3° Inter).

1953 Inter
(2° posto Juventus, 3° Milan).

1954 Inter
(2° posto Juventus; 3° Milan per maggior numero di partite vinte rispetto alla Fiorentina, 4^ ma con gli stessi punti dei rossoneri).

1955 Milan
(2° posto Udinese, 3° Roma).

1956 Fiorentina
(2° posto Milan; 3° Inter per maggior numero di partite vinte rispetto alla Lazio, 4^ ma con gli stessi punti dei nerazzurri).

1957 Milan
(2° posto Fiorentina, 3° Lazio).

1958 Juventus
(2° posto Fiorentina, 3° Padova).

1959 Milan
(2° posto Fiorentina, 3° Inter).

1960 Juventus
(2° posto Fiorentina, 3° Milan).

1961 Juventus
(2° posto Milan, 3° Inter).

1962 Milan
(2° posto Inter, 3° Fiorentina).

1963 Inter
(2° posto Juventus, 3° Milan).

1964 Bologna
(2° posto Inter, dopo lo spareggio allo stadio Olimpico-Roma contro i rossoblù; 3° Milan).

1965 Inter
(2° posto Milan, 3° Torino).

1966 Inter
(2° posto Bologna, 3° Napoli).

1967 Juventus
(2° posto Inter, 3° Bologna).

1968 Milan
(2° posto Napoli, 3° Juventus).

1969 Fiorentina
(2° posto Cagliari, 3° Milan).

1970 Cagliari
(2° posto Inter, 3° Juventus).

1971 Inter
(2° posto Milan, 3° Napoli).

1972 Juventus
(2° posto Milan, grazie ai migliori risultati negli scontri diretti rispetto al Torino, 3° ma con gli stessi punti dei rossoneri).

1973 Juventus
(2° posto Milan, 3° Lazio).

1974 Lazio
(2° posto Juventus, 3° Napoli).

1975 Juventus
(2° posto Napoli, 3° Roma).

1976 Torino
(2° posto Juventus, 3° Milan).

1977 Juventus
(2° posto Torino, 3° Fiorentina).

1978 Juventus
(2° posto Lanerossi Vicenza, grazie alla miglior differenza reti rispetto al Torino, giunto 3° ma con gli stessi punti dei biancorossi)

1979 Milan
(2° posto Perugia, 3° Juventus).

1980 Inter
(2° posto Juventus, 3° Torino).

1981 Juventus
(2° posto Roma, 3° Napoli).

1982 Juventus
(2° posto Fiorentina, 3° Roma).

1983 Roma
(2° posto Juventus, 3° Inter).

1984 Juventus
(2° posto Roma, 3° Fiorentina).

1985 Hellas Verona
(2° posto Torino, 3° Inter).

1986 Juventus
(2° posto Roma, 3° Napoli)

1987 Napoli
(2° posto Juventus, 3° Inter).

1988 Milan
(2° posto Napoli, 3° Roma).

1989 Inter
(2° posto Napoli, 3° Milan).

1990 Napoli
(2° posto Milan, 3° Inter).

1991 Sampdoria
(2° posto Milan, 3°Inter).

1992 Milan
(2° posto Juventus, 3° Torino).

1993 Milan
(2° posto Inter, 3° Parma).

1994 Milan
(2° posto Juventus, 3° Sampdoria)

1995 Juventus
(2° posto Lazio, 3° Parma).

1996 Milan
(2° posto Juventus, 3° Lazio)

1997 Juventus
(2° posto Parma, 3° Inter).

1998 Juventus
(2° posto Inter, 3° Udinese).

1999 Milan
(2° posto Lazio, 3° Fiorentina).

2000 Lazio
(2° posto Juventus, 3° Milan).

2001 Roma
(2° posto Juventus, 3° Lazio).

2002 Juventus
(2° posto Roma, 3° Inter).

2003 Juventus
(2° posto Inter, 3° Milan)

2004 Milan
(2° posto Roma, 3° Juventus).

2005 revocato
Titolo tolto alla Juve in maniera retroattiva, in seguito ad accertate responsabilità nell’ambito dell’inchiesta di Giustizia Sportiva denominata Calciopoli e scoppiata nel 2006. Il ciclone giudiziario coinvolge i dirigenti bianconeri Moggi e Giraudo, i quali avrebbero agito in sfregio ai principi di lealtà sportiva. La Juventus, vincitrice sul campo davanti al Milan (2°) e all’Inter (3^), pur avendo presentato ricorso nelle sedi competenti contro tale sentenza, fino ad oggi ha visto sempre rigettate le proprie istanze. Inoltre, essendo stato revocato, il titolo non viene assegnato ad altra squadra. 

2006 Inter
(2° posto Roma, 3° Milan).
Nota: sempre a seguito dell’inchiesta Calciopoli, scoppiata nella primavera 2006, alla Juve, nonostante il 1° posto sul campo e i 91 punti conquistati, viene inflitta dalla giustizia sportiva la punizione dell’ultimo posto in classifica e, quindi, le viene imposta la retrocessione a tavolino in Serie B per l’annata agonistica 2006-2007 con una correlata penalizzazione che al 3° e ultimo grado di giudizio viene ridotta a 9 punti, dopo che in 1° grado era stata di 30 e in 2° grado di 17. Nel contempo, la Corte federale FIGC, presieduta dal professor Sandulli, il 25 luglio 2006 assegna lo scudetto all’Inter (3^ sul campo a quota 76). In seguito all’inchiesta,

 la stessa CAF infligge sia a Milan (giunto 2° con 88 punti), sia alla Fiorentina (4^ con 74) e sia alla Lazio (6^ con 62) ben 30 punti di penalizzazione a causa di illeciti accertati. Nonostante ciò, dopo la ‘rivoluzione’ della classifica, il Milan si piazza 3° con 58 punti, dietro l’Inter (1^) e la Roma (2^ con 69), e riesce non solo a partecipare nel 2006-2007 alla Champions League, accedendo al torneo attraverso i turni preliminari, ma ha addirittura la forza di vincere il trofeo al termine di una stagione particolarmente stressante.

2007 Inter
(2° posto Roma, 3° Lazio).

2008 Inter
(2° posto Roma, 3° Juventus).

2009 Inter
(2° posto Juventus, 3° Milan).

2010 Inter
(2° posto Roma, 3° Milan).

2011 Milan
(2° posto Inter, 3° Napoli).

2012 Juventus
(2° posto Milan, 3° Udinese).

2013 Juventus
(2° posto Napoli, 3° Milan).

2014 Juventus
(2° posto Roma, 3° Napoli).

2015 Juventus
(2° posto Roma, 3° Lazio).

2016 Juventus
(2° posto Napoli, 3° Roma).

2017 Juventus
(2° posto Roma, 3° Napoli).

2018 Juventus
(2° posto Napoli, 3° Roma).

2019 Juventus
(2° posto Napoli, 3° Atalanta).

2020 Juventus
(2° posto Inter, 3° Atalanta).

2021 Inter
(2° posto Milan, 3° Atalanta).

2022 Milan
(2° posto Inter, 3° Napoli).

FOCUS SCUDETTI SERIE A:

non sempre l’eccellenza si tinge di tricolore

Per leggere la nostra analisi statistica, clicca sul seguente link >> https://www.sportflash24.it/statistiche-e-scudetti-serie-a-non-sempre-leccellenza-si-tinge-di-tricolore-246314

Vademecum calcio italiano: stagioni agonistiche 

2017-18, 2018-19, 2019-20, 2020-21, 2021-22

Ecco, di seguito, una carrellata di link riguardanti i maggiori eventi calcistici nazionali. Se ne consiglia la consultazione attraverso la tradizionale versione PC desktop.

Serie A 

Stagione 2017-18

Per leggere tutti i report, giornata per giornata, clicca sul seguente link > http://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2017-18

Stagione 2018-19

Tutti i report > http://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2018-19

Stagione 2019-20

Tutti i report > https://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2019-20

Stagione 2020-21

Tutti i report > https://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2020-21

Classifica cannonieri > http://www.sportflash24.it/classifica-marcatori-definitiva-serie-a-2020-21-238816

Stagione 2021-22

Tutti i report >  https://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2021-22

Coppa Italia

Stagione 2017-18

Report della finale JUVENTUS-MILAN > http://www.sportflash24.it/juventus-milan-4-0-cronaca-9-maggio-2018-finale-coppa-209084

Report su risultati e marcatori di tutti i turni del tabellone a eliminazione diretta  > http://www.sportflash24.it/tag/coppa-italia-2017-18

Stagione 2018-19 

Report della finale LAZIO-ATALANTA > https://www.sportflash24.it/lazio-atalanta-2-0-cronaca-azioni-15-maggio-2019-finale-220834

Report su risultati e marcatori di tutti i turni del tabellone a eliminazione diretta  >  https://www.sportflash24.it/tag/tim-cup-2018-19

Stagione 2019-20 

Report della finale NAPOLI-JUVENTUS > http://www.sportflash24.it/napoli-juventus-4-2-cronaca-azioni-17-giugno-2020-228437

Report su risultati e marcatori di tutti i turni del tabellone a eliminazione diretta > http://www.sportflash24.it/tag/tim-cup-2019-20

Stagione 2020-21

Report della finale ATALANTA-JUVENTUS > http://www.sportflash24.it/atalanta-juventus-1-2-cronaca-azioni-19-maggio-2021-238683

Report su risultati e marcatori di tutti i turni del tabellone a eliminazione diretta > https://www.sportflash24.it/tag/coppa-italia-2020-21

Stagione 2021-22

Report della finale JUVENTUS-INTER > https://www.sportflash24.it/juventus-inter-2-4-cronaca-azioni-11-maggio-2022-246038

Report su risultati e marcatori di tutti i turni del tabellone a eliminazione diretta >  https://www.sportflash24.it/tag/coppa-italia-2021-22

Report Supercoppa Italia

STAGIONE 2017-18: JUVENTUS-LAZIO > https://www.sportflash24.it/juventus-lazio-2-3-cronaca-supercoppa-13-agosto-2017-187521

STAGIONE 2018-19: JUVENTUS MILAN > http://www.sportflash24.it/juventus-milan-1-0-cronaca-supercoppa-16-gennaio-2019-217640

STAGIONE 2019-20: JUVENTUS-LAZIO > http://www.sportflash24.it/juventus-lazio-1-3-cronaca-azioni-22-dicembre-2019-225745

STAGIONE 2020-21: JUVENTUS-NAPOLI > https://www.sportflash24.it/juventus-napoli-2-0-cronaca-azioni-20-gennaio-2021-234555

STAGIONE 2021-22: INTER-JUVENTUS > https://www.sportflash24.it/inter-juventus-2-1-cronaca-azioni-12-gennaio-2022-supercoppa-243711

Albo d’oro calcio italiano (altre competizioni)

Coppa Italia >  https://www.sportflash24.it/juventus-inter-2-4-cronaca-azioni-11-maggio-2022-246038

Supercoppa italiana: tutte le finali >  https://www.sportflash24.it/albo-doro-supercoppa-italiana-34-edizioni-dal-1989-al-2022-48995

Serie B: tutte le squadre vincitrici e promosse in “A” > https://www.sportflash24.it/albo-doro-campionato-serie-b-le-squadre-vincitrici-76997

Pagine social

Sportflash24 è presente su due noti social network (Facebook e Twitter) con apposite pagine dedicate. Ecco, di seguito, i link attraverso i quali si può accedere: www.facebook.com/sportflash24https://www.facebook.com/groups/1281747915292620/
(gruppo pubblico Amici di Sportflash24 con tante ultimissime e curiosità storico-sportive) e www.twitter.com/sportflash24

Albo d’oro scudetti: squadre vincitrici e piazzate sul podio

della Serie A e organizzazione del massimo campionato italiano dal 1898 a oggi

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social