Calcio, Serie A 2020-21:

diretta online Napoli-Inter

31^ giornata 18 aprile 2021 /

Napoli Inter cronaca 18 aprile 2021 minuto per minuto

Diretta online testuale Napoli-Inter, 31^ giornata Serie A 2020-21 (Foto stadio Maradona: Sandro Sanna)

/ Dalle h 20.45 aggiornamenti in tempo reale nella parte centrale di questa pagina /

Partita ad alta intensità al ‘Maradona’

Stasera a Fuorigrotta è la serata del match di cartello: Napoli contro Inter. Il team di Mr Gattuso, 5° in classifica con 59 punti e lanciato verso la conquista di un posto in Champions, punta a vincere per consolidare un trend parziale che nelle ultime 10 partite disputate lo vede 3° a quota 22, dietro solo ad Atalanta (2^ con 25) e Inter, 1^ con 30 punti. A sua volta, la capolista scende in campo per fare un ulteriore passo in avanti verso il 19° scudetto della sua storia. Dopo la soffertissima vittoria del girone di Andata al Meazza contro i partenopei, Mr Conte negli ultimi 4 mesi, forte anche dell’assenza di impegni sul fronte Uefa, ha plasmato ad Appiano Gentile un Undici estremamente solido e cinico. E, in tal senso, i risultati parlano davvero da soli. Dopo lo stentato Inter-Napoli 1-0 della 12^ di campionato, nelle ultime 18 gare Lukaku e compagni hanno infilato 15 vittorie e 2 pari, perdendo solo a Marassi contro la Samp. Insomma, 17 risultati utili su 18 fanno ipotizzare che sarà davvero dura scardinare la ‘saracinesca’ di Handanovic. Il Napoli, però, ha qualità tecniche tali che possono lasciare un’impronta nel match. E la curiosità di questa vigilia è proprio incentrata su cosa verrà fuori da un confronto che, nelle ultime 2 stagioni, tra campionato e Coppa Italia ha regalato sempre grandi emozioni. E quindi… che partita ci dovremo aspettare ? A questo interrogativo proviamo a rispondere con la nostra consueta umiltà, sapendo che in una gara di 90 minuti può succedere tutto…e il contrario di tutto.

POSSIBILI ATTEGGIAMENTI TATTICI – Come, tendenzialmente, giochi di difesa e micidiale contropiede l’Inter, ormai negli ultimi mesi lo hanno capito anche i ragazzini.  Come intenda gestire la partita il Napoli, è tutto da scoprire. Inizierà con un pressing alto e asfissiante basato sul 4-2-3-1, sperando di recuperare palla nella trequarti avversaria e sorprendere così, con tecnica e velocità, i difensori nerazzurri, o punterà a tenere una configurazione compatta 4-5-1 nella parte alta della propria metà campo, aspettando l’errore dell’avversario per verticalizzare rapidamente l’azione?  In relazione alle prestazioni recenti degli azzurri al Maradona, verrebbe da ipotizzare una partenza ‘a tutto gas’ e un rallentamento dei ritmi dopo una mezz’ora, possibilmente con un punteggio di 1-0 in loro favore. E, se è vero che l’Inter non è certo il Crotone, tanto per fare riferimento all’ultima gara disputata dai partenopei a Fuorigrotta, è altrettanto vero che la compagine azzurra a questo match con quasi tutti gli ‘effettivi’ presenti, fatta eccezione per gli infortunati Ghoulam e Ospina e per lo squalificato Lozano. E quindi, proprio in funzione di ciò, a nostro modesto avviso la squadra di casa dovrebbe provare a giocare valorizzando le sue qualità migliori, quelle offensive. In fase di vigilia, però, non si può escludere nemmeno un’altra ipotesi: quella di una formazione ospite altrettanto pronta a svolgere una pressione alta in fase di non possesso. E sul fronte nerazzurro non mancano gli interpreti che possono mettere in difficoltà il non granitico reparto difensivo di Gattuso. Altre curiosità della vigilia riguardano il modo in cui entrambe gestiranno il secondo tempo. Chi proverà ad avere il predominio della metà campo ? Chi, invece, punterà sulla ‘compattezza bassa’?  I cambi di qualità incideranno nella cosiddetta economia della partita? I sostituti all’altezza ci sono sia sulla panca di Gattuso che su quella di Conte e le forze fresche potrebbero fare la differenza.
Nel tirare le somme, osserviamo anche che tendenzialmente, e senza bisogno di scomodare le statistiche, i giocatori del Napoli sono più tecnici ma meno fisici di quelli dell’Inter. Insomma, entrambe le compagini hanno il potenziale tallone d’Achille. Fin qui le nostre considerazioni. Poi, naturalmente, una gara di calcio, al di là degli atteggiamenti tattici (che spesso variano nel corso della partita), al di là della determinazione e della qualità che le due formazioni possono mettere in campo, può essere decisa anche da un episodio: un rimpallo, una svista arbitrale o cose di tal genere. Naturalmente, si spera solo che vincano i migliori, senza possibilità di recriminazioni sul fronte opposto. Luigi Gallucci

Statistiche su difesa e attacco

Inter 2° attacco del campionato con 69 gol, Napoli 3° con 65. Inter miglior difesa con 27 gol incassati, Napoli 3^ retroguardia della Serie A con 34 reti subite.

Vigilia

QUI NAPOLI –  Forte di 7 risultati utili nelle ultime 8 gare (6 vittorie e 1 pari), il Napoli di Mr Gattuso arriva a questo appuntamento con la giusta concentrazione e con il morale alto. Per leggere le ultime notizie sull’allenamento di rifinitura della squadra di Mr Gattuso, clicca sul seguente link > https://www.sportflash24.it/calcio-napoli-allenamento-17-aprile-2021-report-237721

Nella tarda mattinata di oggi il Napoli ha diramato anche l’elenco dei convocati per la gara di stasera. Eccolo di seguito:  Meret, Contini, Idasiak, Hysaj, Di Lorenzo, Koulibaly, Maksimovic, Manolas, Rrahmani, Mario Rui, Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Bakayoko, Mertens, Osimhen, Petagna, Politano, Insigne, Cioffi, Zedadka.

QUI INTER – Dal canto loro i nerazzurri, pur privi di Kolarov e Vidal, si presentano a questa gara come un rullo compressore. Per loro 8 vittorie nelle ultime 8 partite e un traguardo-scudetto che si avvicina sempre di più. L’unico problema per la capolista, in ottica tricolore, potrebbe essere rappresentato da un eventuale calo di attenzione. Sotto questo aspetto, però, Mr Conte si erge fin da ora a ‘garante’ del massimo impegno. E nella conferenza stampa della vigilia sottolinea ciò che va assolutamente evitato in questo ultimo tratto di percorso, a cominciare dall’imminente partita al ‘Maradona’ : “Ci aspetta una gara molto impegnativa – ha affermato il tecnico nerazzurro al sito web ufficiale https://www.inter.it/it -. Io ho sempre messo il Napoli nelle due o tre squadre che potevano competere per la vittoria finale proprio perché conosco la forza della rosa inoltre hanno un bravissimo allenatore come Gattuso. Andiamo a Napoli a giocarci la partita per cercare, come farà il Napoli, di ottenere il massimo, una vittoria; poi vedremo a fine partita il risultato. Non possiamo permetterci di fare calcoli. Dalla mia esperienza passata so che non conviene, perché diventerebbe solo deleterio. Durante la partita ci sono momenti in cui tu metti in difficoltà gli avversari e il contrario. Loro hanno grande qualità davanti e giocatori bravi nell’uno contro uno e ad attaccare gli spazi. Hanno giocatori che si conoscono, nomi importanti; ma, come sono forti loro, dovremmo dimostrare che siamo forti noi. Con il massimo rispetto, andremo lì a giocarci la partita. Non importa quale squadra impensierirà più l’altra. Io ricordo benissimo la partita in Coppa Italia quando abbiamo perso 1-0 in un match che abbiamo dominato; poi noi siamo usciti e il Napoli ha sollevato la Coppa Italia dopo la vittoria contro la Juventus. Quindi complimenti a loro”. Infine, sul duello annunciato Koulibaly-Lukaku, afferma: “Penso che stiamo parlando di un difensore (Kouly, ndr) che considero tra i più forti al mondo. Quando ero al Chelsea volevo portarlo lì. E’ un giocatore top che è anche cresciuto. Romelu lo conosce, è cresciuto anche lui tantissimo e sarà un bel duello; ma, per mettere in difficoltà il singolo giocatore o l’intero reparto, bisognerà lavorare di squadra, facendo determinati movimenti e trovando in partita alcune soluzioni che abbiamo provato”.

Elenco convocati Inter: Handanovic, Skriniar, De Vrij, Bastoni, Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Darmian, Lautaro Martinez, Lukaku,
Padelli, Radu, Gagliardini, Alexis Sanchez, Vecino, Sensi, Ranocchia, Perisic, Ashkey Young, Pinamonti, D’Ambrosio.

La gara in tempo reale

NOTA LIVE SCORES: per visualizzare i nostri aggiornamenti testuali in tempo reale, premere il tasto unico F5 del PC o attivare qualsiasi altra funzione di aggiornamento pagina. Informiamo gli utenti che tra una trasmissione di dati e quella successiva potrebbero trascorrere anche 3 minuti.

Il tabellino

Risultato finale Napoli-Inter 1-1
Marcatori: 36′ pt autogol di Handanovic (I), 10′ st Eriksen (I)
Copertura televisiva: Sky

Formazioni ufficiali

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen.
In panchina: Contini, Idaziak, Zedadka, Bakayoko, Elmas, Mertens, Maksimovic, Hysaj, Rrahmani, Cioffi, Lobotka.
Allenatore: Gattuso

Inter (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Barella, Brozovic, Eriksen, Darmian;  Lautaro Martinez, Lukaku.
In panchina: Padelli, Radu, Gagliardini, Alexis Sanchez, Vecino, Sensi, Ranocchia, Perisic, Ashkey Young, Pinamonti, D’Ambrosio.
Allenatore: Conte

Designazioni arbitrali

Direttore di gara Doveri, coadiuvato dai guardalinee Costanzo e Ranghetti. Quarto uomo Marini. Addetto al VAR Mazzoleni. Assistente (AVAR) Paganessi.
Ammoniti: 38′ pt Koulibaly (N), 18′ st Darmian (I), 35′ st Demme (N), 42′ st Politano (N),43′ st Mertens (N), 49′ st Manolas (N) e Hakimi (I).
Recuperi: 1′ pt, 4′ st

Le azioni del match minuto per minuto

Primo tempo

Ore 20.47, inizia Napoli-Inter.

Nel  1° tempo il Napoli attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

1’ – Primo pallone all’Inter e azzurri subito con 4 giocatori in pressing alto per riconquistare la sfera. L’incursione permette ai partenopei di impossessarsi della sfera.

2′ – Sugli sviluppi dell’azione, cross di Rui dalla sinistra per Osimhen, ma Skriniar è attento e allontana la sfera.

2′ – Sul capovolgimento di fronte, Manolas anticipa Hakimi e devia la palla in corner.

3’ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da destra a favore dell’ Inter, il Napoli si chiude bene.

5’ – Ritmi abbastanza bassi. Grande densità a centrocampo e pochi spazi per le giocate offensive.

8’ – Due buone chiusure di Koulibaly su Lukaku nell’arco di un minuto.

11’ – Politano e Zielinski tentano un’azione sulla destra e guadagnano il corner.

11’ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da destra a favore del Napoli, l’Inter copre bene e non corre rischi.

11’ – Il Napoli riconquista palla e Ruiz serve Insigne, il quale va in affondo sulla sinistra, ma viene fermato nei pressi dell’area di rigore interista.

13’ – Osimhen ai 20 mt per Ruiz e, dallo spagnolo, verticalizzazione immediata per lo smarcato Insigne, ma il capitano controlla male la sfera in area di rigore nerazzurra.

15′ – Osimhen va in pressing alto sul Handanovic e costringe il portiere a un rinvio frettoloso. Rimessa laterale a favore del Napoli.

16′ – Azione degli azzurri palla a terra e tiro di Insigne: sfera respinta da un avversario ai 25 mt.

17′ – Eriksen allontana un pallone dal limite della propria area.

17′ – Insigne per Ruiz, il cui tiro dal limite viene parato da Handanovic. Buona l’azione, ma un po’ debole la conclusione.

18′ – Verticalizzazione dell’Inter, ma Manolas chiude bene su Lautaro in area di rigore azzurra.

20′ – Per ora l’Inter non pressa alto sui portatori di palla azzurri, preferendo aspettare i partenopei ai 35 mt.

22′ -Barella verticalizza per Darmian, ma Di Lorenzo ferma fallosamente l’esterno ex Torino ai 30 mt.  Punizione per l’Inter.

22′ – Sugli sviluppi del calcio di punizione battuto da Eriksen, colpo di testa di De Vrij dai 13 mt: palla alta.

24′ – Verticalizzazione di Ruiz per Osimhen e la difesa dell’Inter devia in corner.

25′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da sinistra, Koulibaly colpisce di testa dalla zona del primo palo: palla alta.

26′ – Fallo di Lautaro su Di Lorenzo e punizione per il Napoli dai 30 mt.

26′ – Sugli sviluppi del calcio di punizione, Handanovic esce e blocca il pallone.

27′ – Affondo centrale dell’Inter e assist di Lukaku sulla zona sinistra dell’area di rigore azzurra per lo smarcato Darmian, ma, sul passaggio al centro del nerazzurro, c’è un puntualissimo rinvio di Insigne su Hakimi a limite dell’area piccola.

27′ – L’Inter resta in attacco e conquista un corner.

28′ – Sugli sviluppi del secondo calcio d’angolo, l’Inter colpisce la traversa con Lukaku, ma tutto è inficiato da un fallo su Politano e da un sospetto fuorigioco.

29′ – Si riprende con un calcio di punizione a favore del Napoli.

32′ – Azione insistita del Napoli e tiro di Zielinski dalla lunetta: palla alta.

33′ – Pressing alto del Napoli.

36′ – AUTOGOL dell’ Inter e Napoli in vantaggio. Zielinski, in pressing alto, recupera un pallone e lo serve a Insigne sulla zona sinistra dell’area di rigore. Il cross del capitano in area piccola per Osimhen viene intercettato da Handanovic in uscita bassa, ma il portiere sembra bloccare la sfera, ma su di lui arriva inavvertitamente De Vrij e, a seguito dello scontro fantozziano, il portiere perde il pallone e lo stesso rotola beffardamente in rete.

37′ – Affondo di Lukaku sulla destra e fallo di Koulibaly al limite dell’area di rigore avversaria.

38′ – Ammonito Koulibaly (N)

39′ – Punizione di Eriksen dalla sinistra, deviazione di testa di Lukaku nonostante la marcatura di Di Lorenzo e palla respinta dal palo di destra. Una volta rientrata in area di rigore, la sfera viene colpita da De Vrij. Conclusione abbondantemente a lato dell’ex difensore della Lazio.

41′ – Politano ci prova dai 20 mt: sfera respinta da un avversario.

41′ – De Vrij chiude su Zielinski.

42′ – Darmian, da sinistra, crossa, ma Manolas respinge con puntualità.

45′ – Assegnato 1 minuto di recupero.

46′ – Assist di classe di Lautaro per Barella, il quale tocca il pallone al limite dell’area di rigore, ma se lo allunga di quel tanto che permette a Meret, uscito con tempismo, di arrivare a respingere in qualche modo. Poi Manolas spazza via la sfera definitivamente, prima che Lukaku possa deviarla.

46′ – Al Maradona il Napoli è in vantaggio per 1-0 sull’Inter al termine del primo tempo. Per ora decide un autogol di Handanovic, eroe nella partita di andata. Azzurri, però, molto determinati su ogni pallone.

Secondo tempo

Ore 21.48, riprende Napoli-Inter.

Nel 2° tempo l’Inter attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

2′ – Il Napoli inizia anche il 2° tempo con la pressione alta di Osimhen, Politano, Insigne e Zielinski.

3′ – Ottimo intervento di Politano su Eriksen in area di rigore azzurra. Spenta una buona trama nerazzurra.

5′ – Cross di Darmian da sinistra e colpo di testa di Hakimi dopo un fallo su Rui.

7′ – Eriksen lancia Hakimi: palla troppo lunga.

8′ – Da qualche minuto l’Inter sta pressando alto in fase di non possesso.

10′ – GOOOL. Pareggio dell’Inter. Cross di Hakimi da destra, controcross di Darmian dalla sinistra, respinta di Manolas al centro dell’area di rigore azzurra e staffilata in diagonale di Eriksen dai 17 mt: palla imparabile alla sinistra di Meret.

12′ – Azione insistita dell’Inter e tiro di Lautaro dai 17 mt: palla alta.

15′ – Conclusione di Rui dalla media distanza e tentativo di deviazione in area di rigore da parte di Demme, che era sulla traiettoria della sfera: palla sul fondo.

17′ – Ammonito Darmian (I)

19′ – Sugli sviluppi di un calcio di punizione da destra battuto da Politano, tocco di testa di Di Lorenzo in direzione dell’angolo alla destra di Handanovic e Ruiz, avventatosi sulla traiettoria, manca l’impatto con la sfera a pochi centimetri dalla porta. Brivido per l’Inter. 

21′ – Punizione di Eriksen e palla abbondantemente alta.

23′ – Cambio nell’Inter. Esce Darmian ed entra Perisic.

26′ – Fase in cui il pallone ristagna prevalentemente a centrocampo. Ritmi abbastanza bassi.

29′ – Cambio nel Napoli. Esce Osimhen ed entra Mertens.

30′ – Cambio nell’Inter. Esce Lautaro ed entra Alexis Sanchez.

31′ – Ottima azione palla a terra del Napoli, con transizione veloce dalla sua area piccola al limite dell’area di rigore avversaria, ma qui Zielinski viene raddoppiato in marcatura e perde la sfera.

33′ – L’Inter va in pressing alto e Di Lorenzo perde palla, favorendo il tiro di Eriksen da sinistra: parata facile di Meret.

35′ – Azione palla a terra degli azzurri e gran tiro di Politano dalla zona destra dell’area di rigore avversaria: sfera respinta dall’incrocio dei pali alla sinistra di Handanovic.

35′ – Ammonito Demme (N)

37′ – Zielinski messo a terra in area di rigore dell’Inter da Eriksen. Per l’arbitro Doveri, dopo un consulto VAR, è tutto regolare. Classica azione da polemiche infinite.

39′ – Cambio nell’Inter. Esce Eriksen ed entra Gagliardini.

41′ – Cross di Rui e deviazione in angolo di De Vrij.

42′ – Ammonito Politano (N)

42′ – Cambio nel Napoli. Esce Zielinski ed entra Elmas.

45′ – Assegnati 4 minuti di recupero.

46′ – Doppio cambio nel Napoli. Bakayoko prende il posto di Ruiz e Hysaj rileva Politano.

49′ – Ottima chiusura difensiva di Manolas su Hakimi.

49′ – Ammoniti Manolas (N) e Hakimi (I) per reciproche scorrettezze a gioco fermo.

49′ – Finisce 1-1 al Maradona. La capolista Inter scende da +11 a +9 rispetto al Milan (2°) al termine di questo 31° turno, mentre il Napoli resta a -2 dalla zona Champions.

Statistiche Lega Serie A 

Tiri totali: 12 Napoli, 10 Inter

Tiri in porta: 3 Napoli, 5 Inter

Calci d’angolo: 3 Napoli, 3 Inter.

Commenti post gara

Redazione Sportflash24

Il Napoli esce indenne dallo scontro con la capolista e mantiene immutato il distacco di 2 punti dalla zona Champions. I partenopei partono con grande determinazione, così come avevamo ipotizzato alla vigilia, andando in vantaggio al 36° su autorete di Handanovic. L’azione del gol, però, era iniziata con un caparbio pressing di Zielinski e una verticalizzazione precisa del polacco su Insigne, autore del cross basso che ha generato l’autorete nerazzurra. La gara, però, è piuttosto equilibrata, perché nelle poche circostanze in cui l’Inter si porta in avanti punge con Lukaku (traversa al 39′) e costringe la retroguardia azzurra ad interventi in extremis in più di una circostanza. Ciò mette in evidenzia sia la qualità degli ospiti che la reattività dei partenopei. Al riposo azzurri in vantaggio soprattutto perché hanno il coraggio di cercare la via della rete sin dal primo minuto della gara. Nella ripresa la capolista alza il baricentro del gioco e pareggia al 10′ st con con un gran tiro di Eriksen,  al termine di una bella azione che prima ha permesso di allargare la difesa partenopea con due cross provenienti dalle ‘ali’ e poi ha consentito al giocatore ex Tottenham di battere tutto solo dal limite sulla respinta in spaccata di Manolas. Subito il pari, il Napoli ha avuto la forza di reagire e di impegnare la difesa avversaria in almeno 3 circostanze. Sulla 1^, al 19′, un colpo di testa di Di Lorenzo non trova la via della rete per un soffio. Al 35′ arriva l’incrocio dei pali colpito da Politano e al 37′ un intervento in scivolata di Eriksen, che prende gamba destra di Zielinski e pallone in area di rigore nerazzurra, costringe Mazzoleni a chiamare al VAR Doveri, la cui decisione finale resta uguale alla precedente: niente rigore. Nel complesso, in uno scontro ad alta intensità agonistica le occasioni da gol sui due fronti, nell’arco dei 95 minuti, sono davvero poche. Per i nerazzurri il pari è comunque un piccolo passo in avanti sulla strada dello scudetto, mentre per gli azzurri è un punto che lascia fondamentalmente inalterate le chance in ottica piazzamenti-Champions.

Altri

Mr Conte ai microfoni di Sky Sport: “In altre situazioni questa partita la perdevamo…invece oggi si è vista una squadra che sa quello che fa, quello che vuole e che non perde mai la giusta via, anche se accade qualcosa di sfortunato, come il gol che abbiamo concesso. Non dimentichiamo che affrontavamo un Napoli che io consideravo una pretendente per lo scudetto. E’ una squadra forte sia nei titolari che nella panchina”. 

31^ giornata Serie A 2020-21

Ecco le 10 partite in programma e i risultati in tempo reale > https://www.sportflash24.it/31-giornata-serie-a-2020-21-risultati-marcatori-e-classifica-237716

Classifica

INTER 75, Milan 66, Atalanta 64, Juventus 62, Napoli 60, Lazio 58***, Roma 54*, Sassuolo 46, Hellas Verona 41**, Sampdoria 39, Bologna 37, Udinese 36, Genoa 32, Spezia 32, Fiorentina 30, Benevento 30, Torino 30***, Cagliari 25, Parma 20, Crotone 15.

(*): -1 punto a tavolino (Hellas Verona-Roma 1-1 sul campo)

(**): +2 punti a tavolino

(***): partita Lazio-Torino, valida per il 25° turno e non disputata a causa del Covid, secondo il giudice sportivo FIGC di 1° grado va recuperata. Tale decisione, assunta nel pomeriggio di venerdì 12 marzo 2021 dalle toghe della Federcalcio, è stata confermata nei giorni successivi in Corte di Appello Federale FIGC.

Calendario Calcio Napoli Serie A 2020-21: partite rimanenti

32^ giornata, Napoli-Lazio: giovedì 22 aprile ore 20.45, stadio Maradona (diretta tv Sky).

33^ giornata, Torino-Napoli: lunedì 26 aprile ore 18.30, stadio Grande Torino/Olimpico (diretta tv Sky).

34^ giornata, Napoli-Cagliari: domenica 2 maggio ore 15, stadio Maradona (diretta tv Sky).

35^ giornata, Spezia-Napoli: week end 9 maggio, stadio Picco (programma dettagliato non ancora reso noto).

36^ giornata, Napoli-Udinese: turno infrasettimanale 12 maggio, stadio Maradona (programma dettagliato non ancora reso noto).

37^ giornata, Fiorentina-Napoli: week end domenica 16 maggio, stadio Franchi (programma dettagliato non ancora reso noto).

38^ giornata, Napoli-Hellas Verona: week end 23 maggio, stadio Maradona (programma dettagliato non ancora reso noto).

I link per il riepilogo della stagione in corso

Per leggere tutti i report sulla Serie A 2020-21, clicca sul seguente link > https://www.sportflash24.it/tag/serie-a-2020-21

Per leggere tutti i report sulla Coppa Italia 2020-21, clicca sul seguente link > https://www.sportflash24.it/tag/coppa-italia-2020-21

Per leggere il match report sulla Supercoppa nazionale Juventus-Napoli stagione 2020-21, clicca sul seguente link > https://www.sportflash24.it/juventus-napoli-2-0-cronaca-azioni-20-gennaio-2021-234555

Per leggere tutti i report sull’Europa League 2020-21, clicca sul seguente link > https://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2020-21

La Rosa Azzurra 2020-21

Ecco, di seguito, gli uomini di Mr Gattuso.
Portieri Ospina, Meret e Contini; difensori Di Lorenzo, Hysaj, Manolas, Ghoulam, Koulibaly, Maksimovic, Mario Rui e Rrahmani; centrocampisti Demme, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Elmas e Bakayoko; attaccanti Insigne, Politano, Lozano, Mertens, Osimhen e Petagna.

Calciomercato SSC Napoli

Trattative in uscita gennaio 2021  

La punta Milik, già fuori rosa da alcuni mesi per motivi tecnici, va in prestito al Marsiglia fino al giugno 2022. Il giocatore ha lasciato Napoli il 20 gennaio.

Mercoledì 28 ufficializzati i trasferimenti di Fernando Llorente all’Udinese (a titolo definitivo) e del difensore Kevin Malcuit alla Fiorentina (in prestito fino a giugno prossimo).

Lunedì 1 febbraio ufficializzato il prestito di Ounas al Crotone fino al giugno prossimo, dopo la conclusione della prima parentesi stagionale dell’attaccante con il club Cagliari Calcio.

Riepilogo affari estivi 2020

Arrivi: Tiemoue Bakayoko (centrocampista, in prestito annuale dal Chelsea); Andrea Petagna (attaccante, acquisto dalla Spal); Victor Osimhen (attaccante, acquisto dal Lille); Amir Rrahmani (difensore, acquisto dall’Hellas Verona).

Partenze: Allan (centrocampista, cessione all’Everton); Callejon (attaccante, mancato rinnovo alla scadenza del contratto); Ounas (attaccante, prestito al Cagliari); Younes (attaccante, prestito biennale all’Eintracht Francoforte); Luperto (difensore, prestito annuale al Crotone); Ciciretti (attaccante, prestito annuale al Chievo Verona).

Almanacco SSC Napoli

Report gare e allenamenti ultime 3 stagioni

Tutti i report sulle gare ufficiali delle 2 precedenti stagioni degli Azzurri (2019-20 e 2018-19), preceduti dai resoconti recenti (dal 24 agosto 2020 al 17 aprile 2021) > https://www.sportflash24.it/category/calcio-napoli-news

Classifiche storiche bomber Azzurri  

Sono in 7 con almeno 100 gol in gare ufficiali (Serie A e coppe): Dries Mertens 134 reti, Marek Hamsik 121, Diego Maradona 115, Attila Sallustro 108, Lorenzo Insigne 105, Edinson Cavani 104, Antonio Vojak 103.

Per quanto riguarda, invece, i magnifici 7 goleador del solo campionato italiano, la graduatoria partenopea ‘all time’ è la seguente: Vojak 102, Mertens 101, Hamsik 100, Insigne 81, Maradona 81, Sallustro e Cavani 78.

Maradona infinito: 1960 ∞

Un 60° compleanno di Maradona che ha fatto venire i brividi a persone di varie fasce d’età che hanno già letto l’articolo > https://www.sportflash24.it/buon-60-compleanno-diego-e-grazie-per-tutte-le-emozioni-231965

Addio Diego: tutte le tappe che, dopo il ritiro, hanno portato al crescente indebolimento fisico del calciatore più forte del Mondo > http://www.sportflash24.it/addio-maradona-vola-in-cielo-il-piu-geniale-calciatore-della-storia-232865

Pagine social

Sportflash24 è presente su due noti social network (Facebook e Twitter) con apposite pagine dedicate. Ecco, di seguito, i link attraverso i quali si può accedere: www.facebook.com/sportflash24https://www.facebook.com/groups/1281747915292620/ (gruppo pubblico Amici di Sportflash24 con tante ultimissime e curiosità storico-sportive) e www.twitter.com/sportflash24

Napoli Inter 1-1 cronaca azioni 18 aprile 2021

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social