NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

DIRETTA ONLINE TESTUALE NAPOLI-REAL MADRID, PARTITA DI RITORNO OTTAVI DI FINALE 2016-17 UEFA CHAMPIONS LEAGUE-EX COPPA CAMPIONI. (Foto stadio San Paolo: Sandro Sanna e Gianluca Russo)

STADIO SAN PAOLO, MARTEDI’ 7 MARZO 2017: CRONACA DIRETTA ONLINE, MINUTO PER MINUTO, DI NAPOLI-REAL MADRID, GARA DI RITORNO OTTAVI DI FINALE UEFA CHAMPIONS LEAGUE // TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE SULLA PARTITA, NELLA PARTE CENTRALE DI QUESTA PAGINA //

FORMAZIONI UFFICIALI – STARTING XI – LINE UPS

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Allan, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne. Allenatore: Sarri.

Real Madrid (4-3-3): Keylor Navas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo. Allenatore. Zidane.

*

LE DESIGNAZIONI ARBITRALI

Arbitro Cuneyet Cakir (Turchia), coadiuvato dai guardalinee Bahattin Duran e Tarik Ongun. Quarto uomo Mustafa Eyisoy. Addizionali Huseyin Gocek e Barıs Simsek.

*

COME SEGUIRE LA PARTITA IN TEMPO REALE

In tv: canale digitale terrestre Mediaset Premium.

Alla radio: cronaca su Radio Rai.

Sul web: cronaca online minuto per minuto, in questa stessa area della pagina, dalle ore 20.45.

*****     *****

NOTA LIVE SCORES: per visualizzare i nostri aggiornamenti testuali in tempo reale, premere il tasto unico F5 del PC o attivare qualsiasi altra funzione di aggiornamento pagina.

*****     *****

Risultato finale Napoli Real Madrid 1-3

Marcatori: 24′ pt Mertens (N), 6′ st Ramos (R), 12′ st autogol di Mertens (N), 46′ st Morata (R)

Squadra qualificata ai quarti di finale: Real Madrid

Così all’andata: Real Madrid – Napoli 3-1

*

CRONACA PRIMO TEMPO

Ore 20.45, fischia Cakir. Al San Paolo inizia Napoli-Real Madrid.

1′ -Nel 1° tempo il Napoli attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

1′ – Assist di Diawara per Mertens, il cui tiro dai 20 mt viene deviato in corner dalla difesa del Real.

2′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da destra, la difesa del Real riesce a non correre rischi.

3′ – Insidioso cross di Ghoulam dalla sinistra, ma la retroguardia del Real allontana il pallone dalla propria area di rigore.

5′ – Azzurri molto più padroni del campo in questo avvio rispetto agli avversari, grazie ad una intensità di pressing alto degna delle migliori performance della formazione di sarri.

7′ – Affondo di Mertens sulla zona destra dell’area di rigore avversaria e cross deviato in corner da Pepe.

7′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo a favore del Napoli, Navas devia nuovamente in corner.

8′ – Sugli sviluppi del 2° tiro dalla bandierina di destra, il Napoli mantiene il possesso del pallone e Hamsik va alla conclusione dai 20 mt: sfera a lato.

10′ – Verticalizzazione di Insigne per Callejon, ma Ramos riesce ad anticipare Calleti, allontanando con grande puntualità la sfera dalla propria area di rigore

12′ – Verticalizzazione di Kroos per Bale, il quale va al traversone dalla destra, ma Benzemà è in posizione di fuorigioco.

13′ – Diawara serve in verticale Insigne, il cui tiro dai 25 mt viene deviato in angolo da Navas.

14′ -Sugli sviluppi del calcio d’angolo da sinistra, gli azzurri  commettono fallo in attacco.

15′ – Koulibaly perde banalmente un pallone a centrocampo e Modric ne approfitta, verticalizzando per Bale, il cui cross verso la lunetta trova il suo compagno Kroos pronto per il tiro di prima: palla bloccata da Reina.

17′ – Azzurri nuovamente in attacco. Conclusione di Hamsik rasoterra dalla media distanza: sfera di poco a lato.

18′ – Verticalizzazione di Casemiro per Bale, il cui tiro dalla lunetta viene parato da Reina.

19′ – Linea di difesa a 5 del Napoli in fase di non possesso palla.

20 – Fase di gioco in cui i ritmi sono leggermente calati. Napoli fino ad ora maggiormente aggressivo, ma poco concreto in fase di conclusione a rete. Real per ora in difficoltà nell’impostazione della manovra, ma preciso nelle non frequenti giocate offensive.

22′ – Bale prova una giocata sulla zona destra dell’area di rigore azzurra, ma Koulibaly lo contiene molto bene.

24′ – GOOOL. Napoli in vantaggio. Verticalizzazione di Hamsik per Mertens, il quale penetra sulla zona sinistra dell’area di rigore  avversaria, controlla la sfera e trafigge Navas con un tiro rasoterra in diagonale.

26′ – Azzurri sempre in possesso palla.

27′ – Insigne ci prova dai 25 mt: parata facile di Navas.

29′ – Occasione da gol per il Real. Su perfetta verticalizzazione di Benzema dalla trequarti sinistra, incursione fulminea di Ronaldo sul settore di destra dell’area piccola, ottima difesa del pallone di Cr7 sul tentativo di marcatura da parte di Koulibaly  e conclusione rasoterra respinta dal palo alla sinistra di Reina.

30′ – Casemiro ci prova dai 20 mt: palla alta.

33′ – Il Napoli, nel complesso, rispetto alla gara di andata sta contenendo molto di più gli avversari nella fase di inizio azione.Le qualità dei madridisti peró in alcuni casi vengono comunque fuori. La partita resta ad altissima tensione, ma si dipana su binari di correttezza.

35′ – Sugli sviluppi di un corner da sinistra a favore del Napoli, Koulibaly colpisce di testa in area di rigore avversaria: sfera alta.

37′ – Percussione di Insigne sulla fascia sinistra, ma poi l’azzurro viene fermato con un fallo.

38′-  Errore di Kroos in retropassaggio. Mertens, a quel punto, si avventa sulla sfera vagante nei pressi della zona destra dell’area di rigore avversaria e va al tiro rasoterra: palla respinta dalla base del palo alla destra di Navas.

39′ – Affondo di Hamsik sulla trequarti e conclusione dai 2o mt: palla alta.

40′-  Percussione di Hamsik sulla zona sinistra dell’area di rigore avversaria e tiro respinto da Navas.

42′ – Reina esce con gran tempismo su una verticalizzazione avversaria e allontana il pallone di piede ai 17 mt.

44′-  Affondo di Marcelo sulla fascia sinistra e cross rasoterra al centro, ma Diawara è attento e devia la palla in corner.

44′ – Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina di sinistra, Reina esce con tempismo e allontana con i pugni.

45′ – Cakir assegna 1 minuto di recupero.

46′ – Duplice fischio di Cakir. Al San Paolo il Napoli è in vantaggio per 1-0 sul Real Madrid al termine del 1° tempo grazie al gol di Mertens. Nell’ambito del doppio confronto però i madridisti sono ancora avanti di una rete.

CRONACA SECONDO TEMPO

Ore 21.48, fischia Cakir. Al San Paolo riprende Napoli-Real Madrid.

1′ -Nel 2° tempo il Real attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

1′ – Cross di Ronaldo dalla sinistra e uscita puntuale di Reina, il quale blocca la sfera al centro dell’area di rigore azzurra.

2′ – Verticalizzazione di Marcelo per Benzema, il quale va al tiro dal vertice destro dell’area di rigore azzurra: palla di poco a lato.

3′ – Mertens lotta con Ramos su una palla nella trequarti avversaria e costringe il difensore del Real a deviare la sfera in corner.

4′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da sinistra, il Real allontana la sfera dalla propria area di rigore.

6′ – Gli azzurri perdono palla in fase di impostazione della manovra e Hysaj è costretto a concedere il corner.

6′ – GOOOL. Pareggio del Real. Sugli sviluppi del calcio d’angolo da sinistra, Ramos colpisce ottimamente di testa in area di rigore avversaria e infila la palla nell’angolo alla sinistra di Reina.

8′ – Ghoulam batte un corner da sinistra, ma i difensori del Real non si fanno sorprendere.

10′ – Ammonito Allan (N)

11′ – Cambio nel Napoli. Esce Allan ed entra Rog.

13′ – GOOOL. Real in vantaggio. Sugli sviluppi di un corner da destra a favore del Real Madrid, Ramos salta ancora una volta più in alto di tutti in area di rigore azzurra e tocca di testa. Sulla traiettoria interviene Mertens, il quale devia leggermente la sfera e la palla s’infila alle spalle di Reina. Secondo Cakir si tratta di autorete della punta partenopea.

15′ – Callejon, dalla destra, crossa in modo insidioso in area di rigore avversaria, ma Navas riesce a bloccare il pallone.

17′ – Verticalizzazione degli azzurri, ma l’arbitro rileva un fuorigioco dei partenopei.

19′ – Insigne tenta una percussione sulla sinistra, ma viene chiuso da Pepe.

21′ – Ghoulam, dalla sinistra, crossa ai 16 mt per Rog, il quale controlla bene il pallone e va al tiro: sfera di poco fuori.

22′ – Si sta scuotendo il Napoli, dopo una fase di demoralizzazione a seguito del raddoppio madridista.

22′ – Callejon, dalla destra, crossa in modo insidioso per Mertens, ma Navas esce con mestiere e anticipa in qualche modo la punta azzurra. Il belga cade a terra e chiede il penalty, ma Cakir lascia proseguire il gioco.

23′ – Cambio nel Real. Esce Bale d entra Lucas Vazquez.

25′ – Cambio nel Napoli. Esce Insigne ed entra Milik.

27′ – Reina esce efficacemente di piede sulla sua sinistra e impedisce a Ronaldo di battere a rete, mettendogli il pallone in fallo laterale.

30′ – Cambio nel Napoli. Esce Hamsik ed entra Zielinski.

32′ – Cambio nel Real. Esce Benzema ed entra Morata.

34′ – Verticalizzazione di Marcelo per Ronaldo, il cui tiro dalla zona destra dell’area di rigore del Napoli viene respinto in qualche modo dalla difesa azzurra.

35′ – Cambio nel Real. Esce Modric ed entra Isco.

37′ – Rog ci prova dai 25 mt: palla alta.

38′ – Errore di Koulibaly in area di rigore azzurra e palla intercettata sul settore di destra dei 16 mt azzurri da Carvajal, il quale effettua un elegante doppio controllo in movimento e poi tira clamorosamente alto dal limite dell’area piccola. 

40′ – Verticalizzazione di Diawara per Callejon, ma la difesa avversaria intercetta il pallone.

42′ – Mertens, dopo aver subito una leggera spinta da Vazquez, va a terra in area di rigore avversaria e protesta, ma Cakir lascia proseguire il gioco.

44′ – Ammonito Diawara (N)

45′ – Assegnati 2 minuti di recupero.

46′ – GOOOL. Terza rete del Real Madrid. Verticalizzazione di Marcelo per Ronaldo, il cui tiro rasoterra dalla zona sinistra dell’area di rigore azzurra viene respinto in qualche modo da Reina. Sulla sfera però si avventa lo smarcatissimo Morata, che insacca con una conclusione precisa.

47′ – Triplice fischio di Cakir. Allo stadio San Paolo il Real Madrid batte il Napoli per 3-1 e si qualifica ai quarti grazie al punteggio complessivo di 6-2 nel doppio confronto.

COMMENTO FINALE

Il Napoli rende complicata la qualificazione ai quarti di finale di Champions ai campioni d’Europa del Real Madrid ma, alla fine, deve cedere alla qualità dei Blancos. La partita pressoché perfetta degli azzurri dura circa 50 minuti, in quanto la squadra per un tempo e poco più effettua un pressing ad alta intensità e impedisce ai temibili avversari la continuità nelle sortite offensive. Tale impostazione tattica permette alla squadra di Mr Sarri di giocare con una certa frequenza palloni nella metà campo avversaria e di andare molte volte al tiro, riuscendo a concretizzare con Mertens la rete del momentaneo 1-0. L’unica sbavatura in retroguardia nella prima frazione arriva su una verticalizzazione di Benzema per Ronaldo, il quale elude la marcatura di Koulibaly e spedisce il pallone sul palo. Nella ripresa i partenopei iniziano con buona intensità, ma su un pressing alto dei propri avversari perdono palla e sono costretti a concedere un corner. Ed è in questo frangente che sale in cattedra il talento dello specialista Sergio Ramos, il quale insacca di testa, saltando più in alto di tutti. A quel punto l’ammissione ai Quarti del Napoli passa da un aritmetico -1, in termini di gol da segnare, ad un pesante -2 in ottica supplementari e ad un -3 in proiezione di una qualificazione nei tempi regolamentari. Ma, proprio quando i partenopei tentano di riprendere i fili delle trame offensive, subiscono una nuova azione d’attacco del Real, che genera un corner. E anche stavolta Sergio Ramos punisce la formazione campana in maniera inesorabile, complice anche una deviazione di Mertens, il quale tocca di testa il pallone al limite dell’area piccola e mette fuori tempo Reina, che resta spiazzato dalla traiettoria. In pratica, sul punteggio di 1-2, sotto il profilo emotivo la tensione del Napoli cala moltissimo e il finale vede il Real agire in maggiori spazi d’attacco rispetto alle precedenti fasi del match. Ciò permette agli uomini di Mr Zidane prima di sfiorare la terza rete con Carvajal e poi di realizzarla con Morata. Al triplice fischio di Cakir, sugli spalti del San Paolo sono tutti soddisfatti: i tifosi del Real per la qualificazione ai quarti appena raggiunta e quelli partenopei per aver visto i loro ragazzi arrivare, grazie ad un gioco fatto di qualità e intensità, ad un solo gol dalla cosiddetta impresa contro la formazione di calcio attualmente più forte del mondo a livello di club. Insomma, il Real valica l’ostacolo azzurro non senza fatica, mentre il Napoli evidenzia che ha potenzialità per potersela giocare alla pari, in un prossimo futuro, con i cosiddetti Top Club d’Europa. Luigi Gallucci  

*

PER LEGGERE TUTTI GLI ALTRI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE SULLA UEFA CHAMPIONS LEAGUE 2016-17 MINUTO PER MINUTO, CLICCA SUL SEGUENTE LINK >> http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2016-17

**

STORIA DELLA CHAMPIONS LEAGUE – COPPA CAMPIONI: ECCO I MIGLIORI PIAZZAMENTI DELLE SQUADRE AMMESSE QUEST’ANNO AGLI OTTAVI DI FINALE

Real Madrid, campione in carica e vincitrice del trofeo per ben 11 volte: 1956, 1957, 1958, 1959, 1960, 1966, 1998, 2000, 2002, 2014, 2016.

Barcellona, vincitrice in 5 circostanze: 1992, 2006, 2009, 2011 e 2015.

Bayern Monaco, 5 volte vincitrice: 1974, 1975, 1976, 2001, 2013.

Benfica: vincitrice 1961, 1962

Porto: vincitrice 1987, 2004

Juventus: vincitrice 1985, 1996

Borussia Dortmund: vincitrice 1997

Atletico Madrid, 3 volte vice-campione: 1974, 2014, 2016

Arsenal:  vice-campione nel 2006

Monaco: vice-campione 2004

Bayer Leverkusen: vice-campione 2002

Manchester City: semifinalista 2016

Psg: quarti di finale nel 2015 e 2016

Napoli: ottavi di finale novembre 1990, marzo 2012 e marzo 2017

Siviglia: ottavi di finale marzo 2008, marzo 2010 e marzo 2017

Leicester: ottavi di finale marzo 2017.

**

PER LEGGERE L’ALBO D’ORO DELLA COPPA CAMPIONI-UEFA CHAMPIONS LEAGUE, CLICCA SUL SEGUENTE LINK >> http://www.sportflash24.it/albo-doro-champions-league-coppa-campioni-71388

*

IL PRECEDENTE IN AMBITO UEFA: Real Madrid – Napoli 3-1 sui 180 minuti (2-0 al Bernabeu e 1-1 al San Paolo). All’epoca, nel settembre 1987, la sfida riguardò i sedicesimi di finale di Coppa dei Campioni 1987/88. Per vedere la sintesi di quel doppio confronto, clicca sul seguente link >> https://www.youtube.com/watch?v=LpnEL44Ogm0

*

PER LEGGERE IL PROGRAMMA COMPLETO DEGLI OTTAVI DI FINALE DELLA UEFA CHAMPIONS LEAGUE 2016-17, CLICCA SUL SEGUENTE LINK >> http://www.sportflash24.it/programma-champions-league-febbraio-marzo-2017-ottavi-di-finale-154503

**

**

PRE MATCH NAPOLI REAL MADRID 7 MARZO 2017

LA SCHEDA / Stasera al San Paolo, in uno stadio inaugurato a Fuorigrotta il 6 dicembre del 1959 e in cui il Napoli ha giocato circa 1000 partite, va in scena certamente una delle 10 gare più prestigiose dei primi 91 anni di storia del club azzurro. Per gli ottavi di finale della Uefa Champions League 2016-17, infatti, tra poche ore si giocano due match: uno a Londra tra Arsenal e Bayern Monaco e uno al San Paolo, entrambi valevoli quali sfide di ritorno. E, in considerazione del peso specifico internazionale del Real Madrid e dei risultati dell’Andata, i riflettori del vecchio continente stasera sono puntati quasi tutti su ciò che, dalle ore 20.45 in poi, accadrà sul rettangolo verde a pochi chilometri dai Campi Flegrei. E sì, una terra vulcanica, che dal Vesuvio alla Solfatara, farà sentire tutto il suo amore per il calcio, unitamente al calore della sua gente, affinché il Napoli di Mr Maurizio Sarri possa sfoderare una prestazione maiuscola attraverso la quale possa  scrivere una clamorosa pagina storia di storia calcistica, eliminando dalla competizione il Real Madrid, club attualmente campione di Spagna , campione d’Europa e campione del Mondo, nonché custode di un albo d’oro e di una tradizione sportiva da favola. Senza scendere nei dettagli, basti pensare che i Blancos – che proprio in questi giorni festeggiano il 115° anniversario della nascita della loro società polisportiva – arrivano al San Paolo ‘solo’ per la seconda volta nella loro storia (dopo l’1-1 dei sedicesimi di finale di Coppa Campioni datato settembre 1987) ma con il record  assoluto di ben 11 titoli continentali conquistati nell’ambito della cosiddetta “Coppa con le orecchie”. Gli azzurri, invece, hanno, come miglior risultato in competizioni internazionali, la vittoria nella Coppa Uefa del 1989. Confrontando i trofei europei, naturalmente è schiacciante la supremazia dei madridisti rispetto ai partenopei. A tal proposito, infatti, si pensi che ai Galacticos manca un solo trofeo nella loro bacheca: la ormai ex Coppa delle Coppe. Per il resto, fino ad oggi, in ambito mondiale non si sono fatti mancare nulla: dalle Champions alle Coppe Uefa, passando per Supercoppe Uefa, Coppe Intercontinentali e Mondiali per club. Stasera, però, Mr Zidane e compagni sono chiamati ad un compito meno agevole di quanto possa sembrare in termini teorici. E il cosiddetto ‘palmares’, naturalmente, non scende in campo. Forti del 3-1 ottenuto nella partita di andata del 15 febbraio scorso al Santiago Bernabeu, gli 11 Blancos sanno che devono impegnarsi al massimo per uscire indenni dal San Paolo e qualificarsi ai quarti di finale. La velocità nelle giocate d’attacco degli uomini di Mr Sarri può mettere infatti in difficoltà la retroguardia spagnola. Nel contempo, anche l’intensità del pressing in fase di non possesso palla da parte di Hamsik e compagni può determinare, in caso di riconquista del pallone, l’apertura di ampi spazi nei quali il tridente Insigne-Mertens-Callejon può poi scaricare verso l’area di rigore avversaria tutto il suo potenziale. Insomma, in uno stadio San Paolo da record storico in termini di incassi (previsti 60mila spettatori per circa 4,5 milioni di euro di introiti),  il Real arriva sì a giocarsi con un certo margine la qualificazione ai quarti, ma sa che non può concedersi più di una distrazione. E, quindi, se è vero da un lato che il Napoli, per ribaltare l’1-3 dell’andata, è costretto a giocare la cosiddetta partita perfetta sia in fase difensiva che offensiva, è altrettanto vero che il Real, nonostante sia imbottito di talenti, non ha eccessivi margini di ‘relax’. Ragion per cui, le possibilità di qualificazione, pur pendendo abbastanza nettamente dalla parte della formazione cosiddetta ‘campione di tutto’, non si possono definire certamente infime sul fronte partenopeo. Delle difficoltà che potrebbe riservare questa gara del San Paolo ne hanno parlato ieri in conferenza stampa sia Mr Zinedine Zidane che il difensore Dani Carvajal. Lo stesso Zizou già alla vigilia della partita di andata spiegò che era consapevole di determinati rischi tecnico-tattici nell’affrontare il Napoli e, nonostante avesse istruito alla perfezione i suoi, non poté fare a meno di subire in avvio il gol di Lorenzo Insigne, salvo poi riuscire a far leva su tutta la qualità dei suoi per giungere alla vittoria nella ripresa.

Prima di concludere questa breve disamina, riteniamo però di dover focalizzare l’attenzione su un ultimo aspetto, che, in sostanza, rappresenta probabilmente l’elemento di maggiore curiosità della partita di stasera.  Avranno gli Azzurri la capacità sia di reggere l’urto che di controbattere in modo letale un fraseggio fulmineo che in determinati momenti del match potrebbe diventare letteralmente devastante sotto il profilo della tecnica di base e della velocità di esecuzione delle giocate ? Le armi da opporre contro il potenziale offensivo degli spagnoli dovranno essere certamente quelle della compattezza e della massima lucidità nello stare in campo. La bravura nelle chiusure difensive, nell’applicazione del fuorigioco e nella limitazione del raggio d’azione dei portatori di palla madrileni saranno fattori da cui questa squadra non potrà prescindere se intenderà coltivare fino al 95’ speranze di qualificazione. Nel contempo, in fase di costruzione della manovra, la squadra di Mr Sarri dovrà essere concreta e veloce nella massima maniera.

La risposta a questo grande interrogativo arriverà naturalmente dal campo. Bisognerà avere solo la pazienza di attendere la conclusione dell’ evento agonistico. Luigi Gallucci

*

CHAMPIONS LEAGUE, OTTAVI DI FINALE 2016-17: ECCO LE IPOTESI DI PASSAGGIO DEL TURNO ALLA VIGILIA DELLA GARA DI RITORNO

Il Real si qualifica ai quarti di finale in caso di vittoria, pareggio o sconfitta con una rete di scarto. I Blancos, inoltre, potrebbero accedere al turno successivo anche nell’eventualità in cui dovessero perdere con due gol di differenza. In quest’ultimo caso, però, supererebbero l’ostacolo solo a patto di riuscire a farne 2 al Napoli.

Il team allenato da Maurizio Sarri si qualificherebbe per la prima volta nella sua storia ai quarti di finale nel caso in cui dovesse vincere con tre gol di margine o con almeno due di scarto, a patto, però, di non subirne alcuno. Naturalmente, un eventuale risultato di 3-1 per gli azzurri al termine dei 95 minuti di stasera comporterebbe la disputa dei tempi supplementari. Se, infine, il risultato dovesse restare identico rispetto a quello dell’Andata anche al termine dell’extratime, la determinazione della formazione qualificata ai quarti verrebbe affidata alla battuta dei calci di rigore.

CHAMPIONS LEAGUE 2016-17: IL CAMMINO VERSO GLI OTTAVI D FINALE

I Blancos si sono qualificati a questo incontro grazie al 2° posto conquistato con 12 punti nell’ambito del gruppo F della fase a gironi 2016-17 alle spalle dei tedeschi del Borussia Dortmund, primi con 14.  Gli Azzurri, invece, hanno avuto accesso agli Ottavi essendosi classificati primi nel gruppo B con 11 punti, davanti al Benfica, 2° a quota 8, nonché campione del Portogallo e già trionfatore in questa competizione  per 2 volte.  

*

LE PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-3-3): Reina; Hysaj, Albiol, Koulibaly, Ghoulam; Zielinski, Diawara, Hamsik; Callejon, Mertens, Insigne.

Real Madrid (4-3-3): Keylor Navas; Carvajal, Pepe, Sergio Ramos, Marcelo; Modric, Casemiro, Kroos; Bale, Benzema, Cristiano Ronaldo.

**

**

**

Vedi anche www.facebook.com/sportflash24 e www.twitter.com/sportflash24

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

NAPOLI REAL MADRID 1-3 Cronaca 7 marzo 2017

*

DIRETTA ONLINE TESTUALE NAPOLI-REAL MADRID, PARTITA DI RITORNO OTTAVI DI FINALE 2016-17 UEFA CHAMPIONS LEAGUE-EX COPPA CAMPIONI. (Foto stadio San Paolo: archivio Sandro Sanna)

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social