In Serie A l’ippogrifo azzurro se ne va…

Analisi tattica Torino-Napoli 0-4 Serie A 27^ giornata

Napoli sempre più vicino al 3° scudetto della sua storia calcistica nazionale

- Fino al match contro il Napoli, il Torino, quinta difesa del campionato con 29 reti subite e in lotta per la qualificazione alla prossima Uefa Conference League, aveva perso 9 gare su 26, di cui solo 3 in casa e mai con più di 1 rete di scarto tra le mura amiche. Contro la prima della classe, che nel girone di andata (sia pur temporaneamente orfana di Osimhen) gliene aveva rifilate 3, stavolta deve subire all’Olimpico un devastante poker. Che sia inteso: non è il Toro a essere scarso; è il Ciuccio a essere diventato pressoché galattico. Se ci fosse l’aureo Ariosto, lo definirebbe sicuramente un ippogrifo. Contro formazioni di medio livello (e in Italia ce ne sono più di quanto si possa pensare) è quasi ingiocabile. Corre veloce “3 metri sopra… le avversarie di turno”, non ce ne voglia Federico Moccia, e, quando atterra, molto spesso (tecnicamente, fisicamente e agonisticamente) le sbrana. Non è che non prenda qualche colpo, pure perché le sue “prede di giornata” sono, in realtà, “fere” assai temibili, ma il fatto è che quest’anno il Ciuccio (o l’ippogrifo, fate voi) trova sempre l’energia per riprendersi. A oggi, 23 vittorie, 2 pari e 2 soli ko in 27 turni.

UN VOLATILE CON 2 BECCHI – Del resto, “la testa da volatile”, a differenza di quella immaginata dal Poeta, non è a 1 “becco”, ma a 2: quello destro, Osimhen; quello sinistro, Kvaratskhelia. In realtà, il miglior goleador del torneo (21 reti) e il miglior assist-man (10 passaggi decisivi) “liquidano” la pratica Toro in 3 momenti (inizio, ultima parte del 1° tempo, ripresa), confezionando meritata gloria anche per il “galoppante” Ndombelé, autore della 4^ e ultima rete.

Planato sul terreno dell’Olimpico con 68 punti e perfettamente guidato da Mago Atlante-Spalletti, il Napoli si trova di fronte un avversario che non gli concede un metro di campo, a costo di lasciare feriti sull’erba. Nella prima parte di gara Kvaratskhelia, Zielinski e Osimhen sono i più presi di mira. Marchetti…fischia falli normali…ma, per tutto il 1° tempo, di cartellini “conservativi”, per dirla con i dotti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, se ne vede solo uno, al 20°: destinatario, il rude Gravillon.

COME SBRANARE LA FERA – Nello schieramento di Ivan Juric, discepolo fedele di Mastro Gasp, si gioca in fase difensiva prevalentemente a uomo. Nel suo 3-4-2-1, poche le “varianti zoniste”. In porta Milinkovic Savic, che, come tutto il mondo pallonaro sa, ad azione in corso ha dei lanci di 60 metri straordinari, ottima arma per provare a uscire dal pressing partenopeo innescando direttamente il reparto avanzato. Nella retroguardia a 3, Gravillon a destra se la vede con Kvara, ma talvolta cerca di stringere sul georgiano, se è necessario, anche uno dei due registi interditori, Linetty. Il centrale è Schurrs, a cui tocca Osi-gol, come al solito molto dinamico, in quanto si sposta anche verso destra e verso sinistra per intercettare palloni preziosi, sia quelli lanciati dalle retrovie sia quelli da sradicare in fase di pressing alto. A sinistra Ricardo Rodriguez, il più esperto della “famiglia”. Se la punta di destra Lozano arriva dalle sue parti, se lo prende, quasi a mo’ di libero vecchia maniera. Per tutto il resto, c’è, da quel lato, l’esterno tutto fare Vojvoda. Dall’altra parte, nel centrocampo a 4, Singo deve provare a contenere, sia pur facendolo abbastanza male, il terzino azzurro Olivera. Sul centro destra, Linetty ha un problema e mezzo. Quello “intero” è rappresentato dallo scatenato Zielinski, che talvolta si alterna con l’altra mezz’ala azzurra Anguissa nella fase di pressing alto sull’impostazione della manovra granata, e l’altro pezzo, la “fetta”, riguarda, appunto, il tentativo di “tamponamento” sugli accentramenti di Kvara da sinistra. Ricci, suo “compagno di banco” in mediana arretrata, ha lo stesso problema “intero”, ma con Zambo. A quel punto, gli unici che possono provare a creare gioco sono le “sottopunte” Vlasic e Radonjc e il dinamico attaccante Sanabria. Nello scacchiere, però, Juric decide di fare un altro mezzo sacrificio tattico, piazzando, in fase di non possesso, Vlasic tendenzialmente sulle orme del regista azzurro Lobotka e, se è necessario, anche in rinforzo sul centro destra, in zona Kvara. Radonjic, per quel che può, prova a far qualcosa, ma per lui, sulla zona di centro sinistra, non sempre è facile “dialogare” con Vlasic e Sanabria, a causa delle attenzioni del terzino Di Lorenzo, talvolta coadiuvato dal difensore centrale Rrahmani. Il kosovaro, del resto, deve stare anche attento agli spostamenti a sinistra del “9” granata, tendenzialmente preso dall’altro centrale partenopeo Kim. In un impianto tattico di tal genere, la gara riserva al portiere partenopeo Meret un po’ di lavoro degno di tal nome solo tra il quarto e la mezz’ora del 1° tempo, allorquando, sul risultato di 0-1, il Torino spinge molto in pressing, tirando due volte nello specchio con Vlasic (al 14°) e Ricci (al 22°); anche se, nel respingere la conclusione del mediano-interditore, Alex deve pure disturbare qualche istante dopo, in uscita bassa, Sanabria, il cui tiro si stampa sul palo di sinistra.

PIU’ BECCATE …CHE INCORNATE -  L’avvio di gara, però, è tutto di marca partenopea. Il primo gol è un’opera di ingegneria tattica. All’8°, Singo sulla sua trequarti destra batte un fallo laterale. Anguissa lascia Ricci e si butta su Linetty, che sta per ricevere la sfera. Gli ruba palla con maestria e la serve sulla zona destra dell’area di rigore per Lozano. Tiro del messicano e intervento in scivolata di Ricardo Rodriguez: palla in corner. Sulla parabola che arriva dalla bandierina, Osimhen prende il tempo a Schuurs e impatta di testa nei pressi dell’area piccola, infilando il pallone in rete. Il momento è cruciale e il Napoli al 13° sfiora il raddoppio. Anguissa toglie palla a Ricci e serve in avanti Osimhen, il quale gira la sfera a Kvara, ma il tiro del georgiano dalla zona sinistra dell’area di rigore termina a lato. Un minuto dopo, prima “incornata” del Toro. Lancio lungo di Savic, difesa azzurra non particolarmente reattiva e cannonata di Vlasic dai 20 metri: respinta di Alex. Al 22° ottimo fraseggio sulla trequarti sinistra d’attacco tra Radonjic e Vlasic e assist per Ricci, il quale va al tiro dal limite. Meret ribatte, ma la traiettoria favorisce il “falco” Sanabria, che però nella circostanza calcola tutto male e stampa la palla sul palo alla sinistra dell’estremo difensore azzurro. Il Toro preme e i partenopei non riescono ad alzare il baricentro. Passa un minuto e Sanabria sulla zona di sinistra lavora un ottimo pallone, servendo in area lo smarcatissimo Vojvoda, incursore temibile da quel lato di campo ma dal piede non fatato: conclusione sul fondo. Pochi giri di orologio e la fase di apnea azzurra termina. Dal 27° gli uomini di Spalletti, grazie anche alla precisione nei lanci lunghi di Rrahmani e a una maggiore partecipazione offensiva di Kim, danno sempre più forma all’impresa di giornata. Proprio il coreano al 34° si prende una licenza, se ne va come un treno sulla zona di centrosinistra e crossa. La difesa respinge come può, ma il terzino Olivera pennella un traversone per Lozano. Vojvoda anticipa il Chucky, ma respinge corto. Sulla sfera si avventa Kvaratskhelia, ma viene sbilanciato platealmente da Linetty. Rigore netto. Sul dischetto va il georgiano e al 35° minuto segna il 2-0, spiazzando Savic. Ghiotta occasione per la terza rete azzurra al 37°. Lobotka intercetta, in anticipo su Vlasic, un lancio di Ricci e la sfera arriva col contagiri a Kvaratskhelia sulla trequarti sinistra. Assist del georgiano per Osimhen, ma stavolta Savic è pronto e respinge la gran conclusione del nigeriano.

TORO MORENTE – Al 6° del secondo tempo, il gol “Mata-Toro”. Di Lorenzo batte una rimessa laterale in zona mediana sul settore di destra servendo Anguissa, il quale, pur tenuto per la maglia da Ricci, controlla la sfera abilmente e, con un elegante tocco a seguire, la restituisce al capitano. Affondo in diagonale dell’incursore ex Empoli e pallone a Kvaratskhelia. Il georgiano, ricevuta la palla sulla trequarti sinistra e marcato da Singo, piazza un colpo di tacco smarcante per l’accorrente Olivera. L’uruguagio, a sua volta, pennella un cross perfetto e Osimhen salta di testa in area piccola, insaccando il pallone nell’angolo alla sinistra di Savic. Altra azione da manuale del calcio. Nemmeno stavolta Schuurs intuisce il movimento del nigeriano. A quel punto inizia la girandola di cambi e nel Toro, tra gli altri, Djidji prende il posto di Gravillon. Successivamente, tra le fila azzurre, Zielinski lascia spazio a Ndombelé. Passano 3 minuti dall’entrata in campo del francese e Osimhen, sulla trequarti destra, fa vedere ancora una volta i cosiddetti sorci verdi a Schuurs, rubandogli il pallone e servendolo al limite dell’area a Kvaratskhelia. Il georgiano, che nel frattempo si era tenuto a qualche metro abbondante da Djidji, vede arrivare alla sua sinistra il solissimo Tanguy e lo serve. E il francese, con Savic posizionato nella terra di nessuno, al 23° trasforma con chirurgica precisione una sorta rigore in movimento. Poker servito nello stadio a cinque cerchi di Torino 2006.

L’IPPOGRIFO SE NE VA… – Dalle tribune, più colorate (e popolate) di azzurro che di granata, tripudio, cori e applausi. E, al termine di un intenso pomeriggio di calcio, l’ippogrifo saluta, si alza alla esaltante quota 71 punti e riprende il suo volo tricolore. Al momento, in base all’aritmetica e alle performance delle discontinue avversarie, la squadra di Spalletti, quando mancano 11 gare al termine del campionato, nella peggiore delle ipotesi deve conquistare 19 punti sui 33 disponibili. In altri termini, 6 vittorie e 1 pari per cucirsi addosso lo scudetto, il 3° della storia del Ciuccio. Forse, però, potrebbero bastarne meno. Staremo a vedere.
Luigi Gallucci

Match report e statistiche Torino-Napoli 0-4 al seguente link >>  https://www.sportflash24.it/torino-napoli-0-4-cronaca-azioni-19-marzo-2023-251829

Riepilogo 27^ giornata Serie A 2022-23 >> https://www.sportflash24.it/serie-a-2022-23-il-punto-al-termine-del-27-turno-251869

Parole e pallone: post Torino-Napoli 0-4

Così mr Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, al sito web ufficiale www.sscnapoli.it: “Ho una squadra che ha sempre fame di vittoria. Questi ragazzi mostrano tutti i giorni di comprendere e sentire l’importanza di indossare la maglia azzurra. Per l’ennesima volta hanno dimostrato di capire cosa significa giocare per il Napoli. Ho un gruppo che è fatto di una pasta speciale e diversa. Ogni volta che parlo nello spogliatoio prima del match, non ho mai il sentore che ci possa essere appagamento in nessuno di loro“. Poi mr Spalletti si sofferma su alcuni aspetti di campo: “Victor (in riferimento a Osimhen, ndr) ha una capacità aerea straordinaria. Sa sia attaccare il primo palo che staccare da dietro sul secondo. E’ un drago a due teste. Abbiamo visto ancora una volta le sue qualità, non solo come attaccante ma come calciatore, perché ha una generosità che si evidenzia in ogni momento della gara. A me, però, piace parlare di tutta la squadra e della qualità che i miei ragazzi stanno esprimendo. Se guardiamo il terzo gol, salta all’occhio il colpo di tacco di Kvara e il cross di Olivera per Osimhen, però l’azione è partita da un taglio splendido di Di Lorenzo. Giovanni ha disputato una partita stratosferica, ha una tenuta e un rendimento da extraterrestre“.

Così Alex Meret, portiere del Napoli, al sito web ufficiale www.sscnapoli.it : “Questo gruppo ha consapevolezza della propria forza ed ha acquisito la giusta mentalità. Il Toro è un avversario molto solido. Nel primo tempo hanno anche colpito un palo ed ho effettuato un paio di parate non semplici, però siamo riusciti a non subire gol e poi abbiamo chiuso con merito la gara. Vogliamo vincere ogni sfida e lo facciamo con entusiasmo, perché abbiamo sempre fame di successo. C’è fiducia e sappiamo che aver vinto oggi ci avvicina moltissimo all’obiettivo campionato. Dobbiamo proseguire così, sia in campionato che in Champions. Bisogna mettere in campo sempre la stessa intensità. Sappiamo che possiamo arrivare lontano e, per farlo, dobbiamo lavorare come abbiamo fatto finora“.

Così Victor Osimhen, attaccante del Napoli,  al sito web ufficiale www.sscnapoli.it :“Siamo più vicini allo scudetto e vogliamo conquistarlo per i nostri tifosi. E’ stata una vittoria bella e importante. Faccio le congratulazioni alla squadra che ha disputato una gran partita e ringrazio i compagni per avermi permesso di segnare ancora. Oggi non ci aspettavamo ci fossero tanti sostenitori ad incitarci qui a Torino e sono felice di sentire cantare il mio nome, è una sensazione stupenda. Siamo davanti e vogliamo raggiungere l’obiettivo per regalare una gioia fantastica al popolo napoletano“.

Campionato in corso: match report

e calendario gare SSCNapoli

15 agosto 2022, prima giornata: Verona-Napoli 2-5 >> https://www.sportflash24.it/verona-napoli-2-5-cronaca-azioni-15-agosto-2022-246784

21 agosto, seconda giornata: Napoli-Monza 4-0 >> https://www.sportflash24.it/napoli-monza-4-0-cronaca-azioni-21-agosto-2022-246890

28 agosto, terza giornata: Fiorentina-Napoli 0-0 >> https://www.sportflash24.it/fiorentina-napoli-0-0-cronaca-azioni-28-agosto-2022-247067

31 agosto, quarta giornata Napoli-Lecce 1-1 >> https://www.sportflash24.it/napoli-lecce-1-1-cronaca-azioni-31-agosto-2022-247188

3 settembre, quinta giornata: Lazio-Napoli 1-2 >> https://www.sportflash24.it/lazio-napoli-1-2-cronaca-azioni-3-settembre-2022-minuto-per-minuto-247287

10 settembre, sesta giornata: Napoli-Spezia 1-0 >> https://www.sportflash24.it/napoli-spezia-1-0-cronaca-azioni-10-settembre-2022-247442

18 settembre, settima giornata: Milan-Napoli 1-2 >> https://www.sportflash24.it/milan-napoli-1-2-cronaca-azioni-18-settembre-2022-247663

1 ottobre, ottava giornata: Napoli-Torino 3-1 >> https://www.sportflash24.it/napoli-torino-3-1-cronaca-azioni-1-ottobre-2022-247854

9 ottobre, nona giornata: Cremonese-Napoli 1-4 >>  https://www.sportflash24.it/cremonese-napoli-1-4-cronaca-azioni-9-ottobre-2022-248138

16 ottobre, decima giornata: Napoli-Bologna 3-2 >> https://www.sportflash24.it/napoli-bologna-3-2-cronaca-azioni-16-ottobre-2022-248348

23 ottobre, undicesima giornata: Roma-Napoli 0-1 >> https://www.sportflash24.it/roma-napoli-0-1-cronaca-azioni-23-ottobre-2022-248598

29 ottobre, dodicesima giornata: Napoli-Sassuolo 4-0 >> http://www.sportflash24.it/napoli-sassuolo-4-0-cronaca-azioni-29-ottobre-2022-248796

5 novembre, tredicesima giornata: Atalanta-Napoli 1-2 >> https://www.sportflash24.it/atalanta-napoli-1-2-cronaca-azioni-5-novembre-2022-248968

8 novembre, quattordicesima giornata: Napoli-Empoli 2-0 >> https://www.sportflash24.it/napoli-empoli-2-0-cronaca-azioni-8-novembre-2022-249087

12 novembre, quindicesima giornata: Napoli-Udinese 3-2 >> https://www.sportflash24.it/napoli-udinese-3-2-cronaca-azioni-12-novembre-2022-249169

4 gennaio 2023, sedicesima giornata: Inter-Napoli 1-0 >> https://www.sportflash24.it/inter-napoli-1-0-cronaca-azioni-4-gennaio-2023-250205

8 gennaio, diciassettesima giornata: Sampdoria-Napoli 0-2 >> https://www.sportflash24.it/sampdoria-napoli-0-2-cronaca-azioni-8-gennaio-2023-250327

13 gennaio, diciottesima giornata: Napoli-Juventus 5-1 >> http://www.sportflash24.it/napoli-juventus-5-1-cronaca-azioni-13-gennaio-2023-250472

21 gennaio, diciannovesima giornata: Salernitana-Napoli 0-2 >> https://www.sportflash24.it/calcio-napoli-allenamento-12-gennaio-2023-250457

29 gennaio, ventesima giornata: Napoli-Roma 2-1 >> http://www.sportflash24.it/napoli-roma-2-1-cronaca-azioni-29-gennaio-2023-250855

5 febbraio, ventunesima giornata: Spezia-Napoli 0-3 >> https://www.sportflash24.it/spezia-napoli-0-3-cronaca-azioni-5-febbraio-2023-250998

12 febbraio, ventiduesima giornata: Napoli-Cremonese 3-0 >> https://www.sportflash24.it/napoli-cremonese-3-0-cronaca-azioni-12-febbraio-2023-251115

17 febbraio, ventitreesima giornata: Sassuolo-Napoli 0-2 >> https://www.sportflash24.it/sassuolo-napoli-0-2-cronaca-azioni-17-febbraio-2023-251184

25 febbraio, ventiquattresima giornata: Empoli-Napoli 0-2 >> https://www.sportflash24.it/empoli-napoli-0-2-cronaca-azioni-25-febbraio-2023-251322

3 marzo, venticinquesima giornata: Napoli-Lazio 0-1 >> https://www.sportflash24.it/napoli-lazio-0-1-cronaca-azioni-3-marzo-2023-251434

11 marzo, ventiseiesima giornata: Napoli-Atalanta 2-0  >> http://www.sportflash24.it/napoli-atalanta-2-0-cronaca-azioni-11-marzo-2023-251583

2 aprile ore 20.45, ventottesima giornata: Napoli-Milan

8 aprile ore 12.30, ventinovesima giornata: Lecce-Napoli.

Nota: per quanto concerne le successive giornate di campionato, date e orari per motivi televisivi non sono stati ancora definiti del tutto. Non appena possibile, forniremo i relativi aggiornamenti.

Week end 16 aprile 2023, trentesima giornata: Napoli-Hellas Verona

Week end 23 aprile 2023, trentunesima giornata: Juventus-Napoli

Week end 30 aprile 2023, trentaduesima giornata: Napoli-Salernitana

Turno infrasettimanale 3 maggio 2023, trentatreesima giornata: Udinese-Napoli

Week end 7 maggio 2023, trentaquattresima giornata: Napoli-Fiorentina

Week end 14 maggio 2023, trentacinquesima giornata: Monza-Napoli

Week end 21 maggio 2023, trentaseiesima giornata: Napoli-Inter

Week end 28 maggio 2023, trentasettesima giornata: Bologna-Napoli

Week end 4 giugno 2023, trentottesima giornata: Napoli-Sampdoria.

Pagine social

Sportflash24 è presente su due noti social network (Facebook e Twitter) con apposite pagine dedicate. Ecco, di seguito, i link attraverso i quali si può accedere: www.facebook.com/sportflash24https://www.facebook.com/groups/1281747915292620/
(gruppo pubblico Amici di Sportflash24 con tante ultimissime e curiosità storico-sportive) e www.twitter.com/sportflash24

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social