Calcio, Coppa Uefa Champions League 2022-23:

diretta online Napoli-Rangers Glasgow

5^ giornata fase a gironi 26 ottobre h 21

Napoli-Rangers Glasgow 3-0 cronaca azioni 26 ottobre 2022

Stasera allo stadio Maradona 3° e ultimo evento della fase a gironi di Champions 2022-23. Dopo i successi contro Liverpool (4-1 alla 1^ giornata) e Ajax (4-2 alla 4^), il Napoli tenta il tris contro lo storico club dei Rangers Glasgow. Un successo sarebbe pesantissimo nell’ottica del mantenimento del 1° posto in graduatoria. (Foto: archivio Sandro Sanna)

/Aggiornamenti in tempo reale sul match nella parte centrale di questa pagina/

Tre punti per ipotecare

il primato 

Il Napoli, con 12 punti in 4 partite, guarda tutti dall’alto nel gruppo A. E stasera, contro l’ultima in classifica, i Rangers di Glasgow, sa che deve vincere per puntellare il primato provvisorio, al fine di giocarsi tra 6 giorni l’ultima gara ad Anfield, contro il Liverpool, partendo da una condizione di vantaggio nell’ottica del raggiungimento del 1° posto definitivo. Vincere il proprio raggruppamento permette, infatti, di incontrare negli ottavi di finale a eliminazione diretta una delle 8 seconde degli altri gironi, evitando, nel sorteggio del prossimo 7 novembre, alcune cosiddette big del calcio continentale.

A loro volta gli scozzesi, nonostante siano a zero punti, possono ancora provare a qualificarsi al tabellone dei Sedicesimi di Europa League 2022-23, in caso di successo nel 5° e 6° turno della fase a gironi di Champions. Insomma, non tutto è ancora aritmeticamente perduto per i finalisti dell’edizione 2021-22 della coppa Uefa EL.

E dunque…come se la giocano stavolta gli scozzesi? Leggendo la formazione, ci sono alcune variazioni rispetto al match dell’Ibrox Park. Dopo lo 0-3 del 14 settembre scorso, Giovanni Van Bronckhorst si presenta al Maradona apportando, infatti, cambiamenti in 6 delle 10 ‘pedine’ del suo scacchiere. Di queste, 5 rappresentano veri e propri avvicendamenti, mentre l’altra riguarda lo spostamento di un giocatore da un ruolo all’altro. Nello specifico, in retroguardia fuori il difensore centrale Goldson e il terzino sinistro Barisic, sostituiti rispettivamente da Leon King e Ridvan Ylmaz. Sands passa da centrale di difesa a supporto di Lundstram nella coppia mediana, dalla quale viene escluso Ryan Jack. Cambi anche nel trio a supporto della confermata punta Morelos. A destra entra Scott Wright, mentre Arfield si accomoda in panca. Nel ruolo di filtro e ‘sottopunta’ Tillman in luogo di Steven Davies, pure lui solo tra i panchinari. Il guizzante Ryan Kent, invece, anche stavolta gioca alto a sinistra.

Come risponde, a sua volta il Napoli, capolista in Serie A e attento a far ruotare tutti i giocatori disponibili tenendo presente anche l’obiettivo campionato? Stasera mr Spalletti, con Anguissa non al 100% della forma e Rrahmani ancora in riabilitazione, concede un po’ di riposo a Zielinski, Olivera, Jesus, Osimhen, Kvaratskhelia e Lozano, tutti e 6 impegnati dall’inizio anche nella gara di domenica scorsa contro la Roma. E quindi in difesa il tecnico di Certaldo conferma il terzino destro Di Lorenzo e il centrale Kim, mentre dà spazio a Ostigard in luogo di Jesus e all’infaticabile Mario Rui in sostituzione di Olivera. In mediana, fissi, rispetto a 3 giorni fa, Ndombele e Lobotka, mentre Elmas prende il posto di Zielinski. Inedito l’attacco, con Politano, Simeone e Raspadori per la prima volta insieme dal primo minuto in questa stagione in gare ufficiali. Partono dalla panca Osimhen, Lozano e Kvaratskhelia.  Insomma, massiccio turnover per i partenopei: 6 su 10. E’ curioso notare, però, che, rispetto alla gara di andata, vengono confermati titolari in 7: Meret, Di Lorenzo, Kim, Mario Rui, Lobotka, Politano e Simeone.

Dichiarazioni della vigilia

Luciano Spalletti, allenatore del Napoli, ha rilasciato ampie dichiarazioni in conferenza stampa. Eccone, di seguito, alcuni stralci significativi: “In tutte le partite noi dovremo cercare di ripeterci, esprimendo tutte le nostre qualità per andare forte. Vincere domani potrebbe rivelarsi fondamentale per andare a Liverpool con un buon vantaggio e poter puntare al primo posto del girone”. Poi, in riferimento al Glasgow, guidato dall’ex Nazionale olandese Giovanni Van Bronckhorst, aggiunge: “Hanno un allenatore di alto livello e una squadra che ha forza. Contro il Liverpool erano 1-1 al primo tempo ed hanno avuto occasioni nette per segnare ancora. Quindi, pensare che domani avremo di fronte una squadra semplice da abbordare è un errore che non commetteremo. Domani metteremo in campo il meglio e il massimo di noi stessi. Dobbiamo avere il DNA dei vincenti”.
(Fonte: sito web ufficiale www.sscnapoli.it – Rielaborazione giornalistica: Sportflash24)

Giovanni Van Bronckhorst al sito web ufficiale www.uefa.com: “Vogliamo ottenere un risultato positivo contro un’ ottima squadra e vogliamo fornire una prestazione davvero buona. Il Napoli è in gran forma. Conosciamo le loro qualità”.

Aggiornamenti LIVE tempo reale

NOTA LIVE SCORES: per visualizzare i nostri aggiornamenti testuali in tempo reale, premere il tasto unico F5 del PC o attivare qualsiasi altra funzione di aggiornamento pagina. Informiamo gli utenti che tra una trasmissione di dati e quella successiva potrebbero trascorrere anche 3 minuti.

Il tabellino

Risultato finale Napoli-Rangers Glasgow 3-0

Marcatori: 10′ e 16′ pt Simeone (N), 35′ st Ostigard (N)

Formazioni ufficiali

Napoli (4-3-3): Meret; Di Lorenzo, Ostigard, Kim, Mario Rui; Ndombele, Lobotka, Elmas; Politano, Simeone, Raspadori.
In panchina: Idasiak, Boffelli, Jesus, Olivera, Zanoli, Anguissa, Gaetano, Zerbin, Zielinski, Kvaratskhelia, Lozano, Osimhen.
Allenatore: Luciano Spalletti.

Rangers Glasgow (4-2-3-1): Mc Gregor; Tavernier, Leon King, Ben Davies, Ridvan Yilmaz; Lundstram, Sands; Scott Wright, Tillman, Ryan Kent; Morelos.
In panchina: Robbi McCrorie, Jon McLaughlin, Antonio Colak, Steven Davis, Matondo, Sakala, Barisic, Arfield, Adam Devine, Connor Allan.
Allenatore: Giovanni Van Bronckhorst.

Arbitro: Halil Humut Meler (Turchia)

VAR: Abdulkadir Bitigen (Turchia)

Ammoniti: 9′ pt Ben Davies (R), 42′ pt Lundstram (R), 43′ st Kim (N), 45′ st Mario Rui (N)

Recuperi: 2′ pt, 3′ st

Le azioni del match minuto per minuto

Primo tempo

Ore 21: inizia Napoli-Rangers.

Nel 1° tempo il Napoli attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

1′ – Rangers in maglia arancione da trasferta, ma anche con baricentro abbastanza alto.

4′ – Azione sulla destra Di Lorenzo-Politano e cross insidioso in area, ma il tiro di Elmas viene ribattuto dalla difesa avversaria. L’arbitro, però, rileva anche un fallo in attacco di Raspadori.

6′ – Ndombele scende sulla destra e crossa in area: pallone toccato di testa da Simeone e sfera oltre la traversa.

9′ – Ammonito Ben Davies (R) per fallaccio su Raspadori.

9′ – A differenza della gara di andata, stavolta la direzione di gara sembra molto attenta a non tollerare il gioco duro.

10′ – GOOOL. Napoli in vantaggio. Giro palla preciso degli azzurri e assist di Di Lorenzo, dalla trequarti destra, in profondità per Simeone. Il Cholito scatta in posizione regolare prendendo il tempo ai due difensori centrali e piazza un diagonale dalla zona destra dell’area di rigore che fa secco Mc Gregor.  Azione da manuale del calcio.

13′ – Azzurri padroni del centrocampo.

16′ – GOOOL. Raddoppio del Napoli. Mario Rui va via bene sulla sinistra e crossa in area per Simeone, il quale anche stavolta è più lesto rispetto ai difensori centrali scozzesi e insacca di testa. 

18′ – I Rangers provano a reagire e conquistano un corner da destra, ma gli azzurri si chiudono bene in difesa.

22′ – Di Lorenzo serve Ndombelé, il quale tira dal limite dell’area di rigore e colpisce la traversa.

25′ – Ottima chiusura di Kim, in difesa, su un’ incursione di Morelos.

26′ – Azione insistita del Napoli, palla a terra, e cross di Simeone dalla zona destra dell’area di rigore: colpo di testa di Raspadori e sfera di poco a lato.

28′  – Ostigard a terra per un fallo di Morelos.

30′  – Si torna a giocare dopo 2 minuti di pausa. Il norvegese riprende la sua posizione.

33′ – Wright stavolta trova un buon varco sulla destra e crossa in area di rigore azzurra, ma Ostigard rinvia con puntualità.

35′ – Il Napoli fa accademia al Maradona.

38′ – Cross di Politano dalla destra e colpo di testa di Raspadori: parata di McGregor.

41′ – Ancora una ottima chiusura di Kim, che stoppa in tentativo di tiro di Tillman dal centro dell’area di rigore.

42′ – Lundstram (R) strattona Ndombelé e viene ammonito.

45′ – Occasione da gol per i Rangers. Lobotka, nel fraseggiare a centrocampo, sbaglia la misura del passaggio. Scott Wright, ben posizionato, intercetta la sfera e, di prima, lancia in profondità Morelos, il quale, pur marcato da Ostigard, riesce ad andare al tiro rasoterra dai 16 mt: respinta in angolo di Meret.

45′ – Assegnati 2 minuti di recupero.

45′ – Sugli sviluppi del corner da destra a favore dei Rangers, Ostigard allontana la sfera.

47′ – Finisce il primo tempo, col Napoli meritatamente in vantaggio per 2-0 sui Rangers. Abbastanza netta la superiorità dei partenopei nella circolazione della sfera, nell’intensità di pressing e negli smarcamenti senza palla. Gli scozzesi, però, sono sempre molto presenti nel match e, quindi, sul fronte azzurro non ci si può assolutamente deconcentrare.

Secondo tempo

Cambio nei Rangers. Al rientro in campo dopo la canonica pausa di 15 minuti, Sakala prende il posto di Wright.

Ore 22.03, al Maradona riprende il match Napoli-Rangers.

Nel 2° tempo gli scozzesi attaccano da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

4′ – Pallonetto di Simeone dalla media distanza, con Mc Gregor fuori dai pali, ma la sfera termina out di pochissimo.

7′ – Ndombele lancia in profondità Simeone, il quale va al tiro dalla zona destra dell’area di rigore avversaria e costringe McGregor a una respinta in corner.

8′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da destra, la difesa dei Rangers chiude i varchi.

9′ – Cross di Yilmaz dalla sinistra e palla allontanata da un puntuale Ostigard.

15′ – Novità tattica in questa ripresa da parte dei Rangers. In fase di non possesso palla, la squadra si schiera con un 5-4-1.  In difesa, a destra resta Tavernier, ma al centro, tra Leon King e Ben Davies, che tanto hanno sofferto Simeone nel 1° tempo, si piazza Sands, mentre a sinistra resta Yilmaz. A centrocampo il nuovo entrato Sakala staziona a destra, Lundstrom e Tillman si piazzano al centro e Ryan Kent resta sempre sulla sinistra, con Morelos di punta. 

20′ – Ottima respinta di Rui su Morelos: palla in corner.

20′  – Sugli sviluppi del calcio d’angolo da destra a favore dei Rangers, Ostigard rinvia il pallone di testa.

21′ – Percussione di Raspadori dalla zona sinistra dell’area di rigore e tiro a giro: palla di poco a lato.

21′ – Affondo di Kent sulla sinistra e palla rasoterra in area piccola per Morelos, il quale non arriva per un soffio a insaccare a pochi metri dalla porta. 

23′ – Doppio cambio nei Rangers. Arfield prende il posto di Tillman, mentre  Colak rileva Morelos.

25′ – Il Napoli cerca di mantenere il possesso, ma l’intensità di gioco degli azzurri sembra essere leggermente calata rispetto al 1° tempo. E ciò permette ai Rangers di salire maggiormente palla al piede.

28′ – Doppio cambio nel Napoli. Esce Politano ed entra Lozano. Elmas fa spazio a Gaetano.

31′ – Cambio nei Rangers. Barisic prende il posto di Leon King.

34′ – Lozano, dal centro, serve sulla destra, in profondità, Di Lorenzo. Il toscano va in affondo e crossa. Dalla parte opposta arriva come un fulmine Mario Rui, il quale piazza un tiro che costringe McGregor a una respinta in angolo.

35′ – GOOOL. Tripletta del Napoli. Sugli sviluppi del corner battuto da sinistra, Ostigard stacca di testa dai 12 mt e infila il pallone nell’angolo alla sinistra di McGregor.  CENTESIMA RETE DEGLI AZZURRI TRA CHAMPIONS E COPPA CAMPIONI.

38′ – Doppio cambio nel Napoli. Esce Lobotka ed entra Zielinski. Zerbin rileva Raspadori.

41′ – Cambio nel Napoli. Esce Di Lorenzo ed entra Zanoli.

43′ – Ammonito Kim (N)

44′ – Sugli sviluppi di un calcio di punizione a favore dei Rangers dalla trequarti destra, Colak colpisce di testa dal centro dell’area di rigore azzurra: palla di poco a lato.

45′ – Ammonito Mario Rui (N)

45′ – Assegnati 3 minuti di recupero.

47′ – Zielinski serve rasoterra Simeone, il cui tiro dall’interno dell’area di rigore termina di poco a lato.

48′ – Finisce il match. Al Maradona Napoli batte Rangers 3-0. Azzurri sempre primi nel gruppo A, ma ora i partenopei salgono a 15 punti.

Commento

Solidità e qualità senza limiti

Casa Napoli: dodicesimo capolavoro consecutivo, tra campionato (7) e Champions League (5). Stasera, per la quinta giornata di Coppa, mr Spalletti ne cambia 6, di giocatori, rispetto alla partita con la Roma, ma alla fine anche stavolta porta a casa i tre punti. I Rangers ci provano, all’inizio, a restare con un baricentro alto. Per cercare di ‘stare in partita’ in modo dignitoso, provando a imparare dalla lezione subita all’andata, Van Bronckhorst effettua complessivamente 6 variazioni rispetto alla formazione che lo scorso 14 settembre aveva preso ’3 pappine’ ad Ibrox Park, ma non basta. Non serve cambiare i due difensori centrali, il terzino di sinistra, uno dei due mediani, l’incursore alto di destra e la ‘sottopunta’.  Simeone è l’assatanato attaccante che li castiga 2 volte nei primi 16 minuti. Leon King e Ben Davies al 10°, su lancio da destra di Di Lorenzo,  subiscono il tempismo del Cholito, che esplode un diagonale di destro semplicemente devastante. E, dopo 6 minuti, ancora Giovanni, su preciso cross di Mario Rui, s’incunea nel segmento centrale della retroguardia scozzese e piazza un colpo di testa che fa secco nuovamente McGregor.

Ciò che rende semplice agli azzurri la partita di stasera, però, è la compattezza nelle distanze tra i reparti, è la qualità di palleggio, è la capacità di inserimento negli spazi, è l’intensità nel pressing. Nel primo tempo i Rangers, che comunque non sono affatto una squadra materasso, fanno quasi la figura dei polli. E mr Giovanni Van Bronckhorst nel 2° tempo, per correre in qualche modo ai ripari, cambia schema: passa dal 4-2-3-1 al 5-4-1. Con questo assetto è più compatto e anche più baldanzoso il team ospite, grazie anche a un leggero arretramento del baricentro da parte degli azzurri, ma il canovaccio della gara non cambia. Partenopei sempre in controllo e poi, al 35′ della ripresa, la terza rete. Azione di contropiede, da manuale del calcio, con Lozano, Di Lorenzo e Mario Rui e staffilata del portoghese che costringe McGregor a una impegnativa respinta in angolo. Sugli sviluppi del tiro dalla bandierina, Ostigard, bravissimo a spazzare la propria area quando è necessario, si porta nei 16 metri avversari e colpisce di testa con precisione e potenza, indirizzando la sfera nell’angolo alla sinistra dell’estremo difensore scozzese. Game, set, match, si direbbe in gergo tennistico. La vittoria permette al Napoli di salire a 15 punti. In pratica, vengono eguagliate le sequenze-record del Milan stagione 1992-93 e della Juve 2004-05.

Ora, però, primati storici a parte, va evidenziato un ultimo dato. In conseguenza del contemporaneo successo per 3-0 del Liverpool all’Amsterdam Arena contro l’Ajax e della migliore differenza reti complessiva degli azzurri rispetto ai Reds, questi ultimi, per vincere il girone dovrebbero battere la compagine di Spalletti il 1° novembre prossimo, nel 6° e ultimo turno, con 4 gol di scarto. Al momento, infatti, i partenopei hanno un +16 tra fatti e subiti, mentre il Liverpool è a +9. In caso di 4-0 dei padroni di casa, loro arriverebbero a +13, mentre i campani chiuderebbero a +12; però, se è vero che all’Anfield Stadium tutto può accadere,  lo è altrettanto il fatto che Di Lorenzo e compagni in questa fase della stagione stanno dimostrando solidità e qualità NO LIMITS.

Programma Champions 5^ e 6^ giornata

26 ottobre 2022 ore 21: stadio Maradona, Napoli-Rangers 3-0; Cruijff Arena, Ajax Liverpool 0-3.
1 novembre: Anfield Stadium, Liverpool-Napoli; Ibrox Stadium, Rangers-Ajax.

Classifica provvisoria: Napoli 15, Liverpool 12, Ajax 3, Glasgow Rangers 0.
Verdetti: Napoli e Liverpool aritmeticamente già qualificate agli ottavi di finale, ma è da stabilire quale tra le due vincerà il girone e quale arriverà seconda. Per il 3° posto, Ajax nettamente favorito sul club scozzese, contro cui giocherà l’ultimo incontro.  Ai Rangers, per entrare in Europa League, servirebbe una vittoria esagerata (almeno 6 gol di scarto).
Regolamento: la 1^ e la seconda di ciascuno degli 8 gironi si qualificano al tabellone degli ottavi di finale a eliminazione diretta, la 3^ accede ai sedicesimi di finale della coppa Uefa Europa League, mentre la 4^ viene eliminata dalle competizioni Uefa 2022-23.

Pagine social

Sportflash24 è presente su due noti social network (Facebook e Twitter) con apposite pagine dedicate.

Ecco, di seguito, i link attraverso i quali si può accedere: www.facebook.com/sportflash24 , https://www.facebook.com/groups/1281747915292620/  (gruppo pubblico Amici di Sportflash24 con tante ultimissime e curiosità storico-sportive) e www.twitter.com/sportflash24

Napoli-Rangers Glasgow 3-0 cronaca azioni 26 ottobre 2022

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social