Calcio, Champions 2019-20: diretta online

Napoli-Genk 6° turno fase a gironi 10 dicembre 2019

/Dalle h 18.55 aggiornamenti in tempo reale nella parte centrale di questa pagina/

Qualificazione agli Ottavi vicinissima per Azzurri e Reds

Napoli Genk 4-0 cronaca azioni 10 dicembre 2019

Diretta online testuale Napoli-Genk 6° turno fase a gironi 10 dicembre 2019 (Foto: archivio calcio Sandro Sanna)

Al San Paolo stasera Napoli e Genk si affrontano per uno dei due match valevoli per il 6° e ultimo turno del gruppo E di Champions 2019-20. L’altro vede in campo in Austria Salisburgo contro Liverpool. Entrambe le partite sono programmate con inizio alle ore 18.55. Al momento, gli inglesi, campioni in carica e primi con 10 punti, e i vice campioni d’Italia, secondi con 9, a 1 giornata dal termine della sessione a gironi sono i due team più accreditati per qualificarsi agli ottavi di finale. Sia al Liverpool che al Napoli per ‘chiudere la pratica’ basta, infatti, pareggiare. Inoltre, due sono i casi in cui il Napoli potrebbe conquistare uno storico 1° posto: vittoria contro il Genk e contemporaneo pareggio in Austria tra Liverpool e Salisburgo…oppure pareggio degli azzurri, contemporanea vittoria dei campioni d’Austria e conseguente arrivo delle 3 squadre a 10 punti. In questa seconda eventualità, infatti, si prenderebbe in considerazione il fatto che i partenopei hanno già concluso gli scontri diretti con una cifra inattaccabile: 8 punti nei 4 match giocati contro le altre 2 contendenti. In tale situazione, non certo remota… dato il potenziale offensivo del Salisburgo, a rischiare seriamente la non ammissione agli Ottavi sarebbero i campioni in carica. Tra l’altro, i Reds sono perfettamente consapevoli che non possono perdere alla Salzburg Arena, se non …con una rete di scarto… ma segnando almeno 4 gol (punteggi di 4-5, 5-6, ecc…).
In caso di passo falso, Salah e compagni molto probabilmente scivolerebbero, dunque, al 3° posto e sarebbero inseriti nel tabellone dei sedicesimi di finale di Europa League 2019-20. Tale ipotesi, seppur non particolarmente accreditata dai bookmakers , in questa vigilia pesa sui campioni in carica in conseguenza dei 3 gol subiti in casa nel successo per 4-3 ottenuto contro la formazione austriaca in uno dei 2 incontri di 2° turno. In tale contesto, ricordiamo ai non addetti ai lavori che, in caso di squadre giunte a pari punti, determinati calcoli sono semplicemente frutto della cosiddetta classifica avulsa, strumento di classificazione basato su parametri decrescenti per ordine di importanza e finalizzati a risolvere situazioni relative a graduatorie in cui i valori sono particolarmente equilibrati. A tal proposito, ecco, di seguito, le 7 regole specifiche in vigore nelle competizioni in Champions ed Europa League.

La 1^ prevede che siano ammesse agli Ottavi le due squadre che hanno conquistato il maggior numero di punti negli scontri diretti. Nel nostro caso, ad oggi il Napoli ne ha 8, il Liverpool 4 e il Salisburgo 1. Tale parametro sarebbe già sufficiente a determinare la vincitrice del Girone in caso di arrivo di tre club a quota 10.

La 2^ indica che, in caso di ulteriore parità, si andrebbe a conteggiare, per ciascuno dei club contendenti, la differenza reti (fatti/subiti) in tali scontri diretti.

Se neanche tale elemento dovesse essere sufficiente, si prenderebbe in esame il 3° parametro, e cioè il n° di gol realizzati, sempre negli scontri diretti, da ciascuna formazione.

Se dovesse persistere la parità di cifre, si applicherebbe la regola n° 4, in base alla quale conterebbero i gol segnati in trasferta negli scontri diretti. Ed è questo il caso che fa preoccupare un po’ i Reds alla vigilia del 6° turno.

Inoltre, per determinare il posizionamento in classifica tra due squadre a pari punti, si utilizzano eventualmente altri 3 criteri di classifica avulsa e in aggiunta ai 4 già sovraelencati:

il n° 5, e cioè la miglior differenza reti generale nel girone, il n° 6, riguardante il maggior numero di gol segnati nel girone e, in ultimo, come soluzione estrema, ci sarebbe il n° 7. Tale  parametro aritmetico prende in considerazione il miglior coefficiente Uefa. Si tratta di un numero che varia dalle 4 alle 6 cifre e, nell’ambito di un gruppo, ogni squadra ha un punteggio diverso dalle altre 3 contendenti, una cifra che generalmente non varia in modo clamoroso durante i mesi successivi. Ad oggi, nel gruppo E la situazione è la seguente: Liverpool 92.000, Napoli 69.000, Salisburgo 52.500, Genk 30.000.

Infine, nell’ambito di questo discorso prettamente ‘aritmetico’, c’è ancora da precisare un’ultima cosa. Alla vigilia della 6^ giornata 3 squadre su 4 sono ancora in gioco per raggiungere un obiettivo: quello massimo (accesso agli Ottavi) e quello minimo (ammissione ai Sedicesimi di EL). Il solo Genk, invece, è già certo di giocare al San Paolo la sua ultima gara Uefa dell’annata 2019-20.
Lu.Ga.

La vigilia del match

Il Napoli, per questo incontro di fondamentale importanza nella stagione azzurra, rifinisce con i consueti ritmi la preparazione presso il Centro Tecnico di Castel Volturno. Gli unici con qualche problema fisico sono Ghoulam, Tonelli e Maksimovic. La compagine partenopea contro il Genk punta, naturalmente, a vincere per provare a conquistare il 1° posto nel girone. In questi momenti di vigilia, tra gli esponenti del gruppo azzurro si concedono ai taccuini dei cronisti sia l’allenatore Carlo Ancelotti che il portiere Meret. Ecco, di seguito, le loro riflessioni.

Così Ancelotti al sito web ufficiale http://www.sscnapoli.it : “Abbiamo la grande opportunità di centrare un obiettivo importante e di proseguire il cammino in Champions. Il mio unico pensiero ora è preparare al massimo la partita. Devo scegliere la formazione giusta e la strategia migliore per mettere in campo una squadra che sappia disputare una partita convincente. Spero di avere risposte buone e di avere riflessioni positive dopo il match. Sinora in Champions abbiamo fatto bene e una qualificazione sarebbe meritata. Passare il turno potrebbe anche darci lo stimolo per ripartire in campionato, dove purtroppo non siamo stati capaci di mostrare molto. Che Napoli mi aspetto ? Mi aspetto una prestazione positiva e convincente come tutte quelle che abbiamo fatto in Champions. In questa competizione la squadra ha dato il massimo e, quando il Napoli si esprime al massimo, può competere contro chiunque. Attualmente la squadra è molto preoccupata per quello che non riesce a fare nonostante l’impegno. Questo non ci permette di avere la mente libera, come invece abbiamo avuto contro il Liverpool, partite in cui non eravamo certo favoriti. Vorrei che riuscissimo a recuperare la serenità mentale che si è smarrita, dati i risultati negativi in campionato. Personalmente sono convinto che faremo una grande partita e passeremo il turno, speriamo come primi nel girone…”.
Queste, invece, le considerazioni di Meret al sito web ufficiale http://www.sscnapoli.it : “Giochiamo una sfida fondamentale per la nostra stagione. Vogliamo ritornare alla vittoria e superare questo momento difficile. Dipenderà tutto da noi. Abbiamo la nostra sorte in mano e desideriamo disputare una grande partita davanti ai nostri tifosi. Ci vuole la mentalità che ci ha caratterizzato nei match di Champions. Bisognerà tenere il ritmo alto sin dall’inizio, ma soprattutto credo che sarà decisivo l’atteggiamento mentale”.

Il Genk, arrivato a Napoli nel pomeriggio di lunedì 9, svolge il suo allenamento della vigilia sul prato del San Paolo. L’unico che non partecipa alla seduta è l’esterno destro Carlos Cuesta. Pur privo di obiettivi-qualificazione, il club belga sa che una vittoria in Champions è sempre un risultato di prestigio. E, proprio per tale motivo, sembra intenzionato a fare una gran partita. In tale contesto, ecco le dichiarazioni rilasciate al sito web ufficiale http://www.uefa.com da Mr Hannes Wolf, allenatore del Genk dal 19 novembre scorso in sostituzione di Felice Mazzù: “Questa è la Champions League e vogliamo vincere. Manderò in campo la squadra più forte possibile. Il Napoli è fortissimo e noi dovremo fare la partita della vita per avere una possibilità. Servirà attenzione in difesa e coraggio in attacco. E anche un pizzico di fortuna sinceramente, ma faremo tutto ciò che è nelle nostre possibilità”.

Calciatori convocati

Napoli: Allan, Callejon, Di Lorenzo, Elmas, Fabian Ruiz, Gaetano, Hysaj, Insigne, Koulibaly, Karnezis, Llorente, Lozano, Luperto, Manolas, Mario Rui, Meret, Mertens, Milik, Ospina, Younes, Zielinski.
Indisponibili, per problemi fisici, Maksimovic, Ghoulam e Tonelli.

Genk: Vandevoordt, Coucke, Leysen, De Norre, Borges, Maehle, Lucumi, Screciu, Wouters, Hrosovsky, Hagi, Berge, Ito, Samatta, Paintsil, Odey, Onuachu, Bongonda, Ndongala.
Indisponibile: Cuesta.

Albi d’oro a confronto

Napoli SSC (1926)

Serie A: scudetti 1987, 1990

Coppa Italia: 1962, 1976, 1987, 2012, 2014

Supercoppa nazionale: 1990, 2014.

1 coppa Uefa-Europa League (1989).

Titoli complessivi vinti: 10 (di cui 9 nazionali e 1 internazionale Uefa).

Altri piazzamenti di rilievo in competizioni Uefa

In coppa delle Coppe il Napoli nell’annata 1976-77 riesce ad arrivare fino alle semifinali, mentre nel 1962-63 si blocca ai quarti. In coppa Campioni-Champions League fa registrare, invece, quali risultati migliori, 3 accessi agli Ottavi (stagioni agonistiche 1990-91, 2011-12 e 2016-17). In coppa Uefa-Europa League il club Azzurro, oltre alla vittoria del 1989, vanta anche la semifinale raggiunta nel 2014-15, i quarti di finale nel 2018-19 e 4 piazzamenti agli Ottavi nelle stagioni 1974-75, 1989-90, 1994-95 e 2013-14.

KRC Genk (anno di fondazione 1988)

Campionato belga: 1999, 2002, 2011, 2019.

Coppa del Belgio: 1998, 2000, 2009, 2013.

Supercoppa belga: 2011, 2019.

Titoli nazionali vinti: 10

Migliori piazzamenti in ambito Uefa: quarti di finale Europa League 2016-17; disputa della fase a gironi Champions League 2002-03, 2011-12 e 2019-20.

Sesto turno fase a gironi Champions 2019-20

Per visualizzare programma orario, risultati, marcatori e classifiche-gironi in tempo reale, clicca sul seguente link >  http://www.sportflash24.it/risultati-e-marcatori-champions-10-11-dicembre-2019-225313

La partita in tempo reale

NOTA LIVE SCORES: per visualizzare i nostri aggiornamenti testuali in tempo reale, premere il tasto unico F5 del PC o attivare qualsiasi altra funzione di aggiornamento pagina. Informiamo gli utenti che tra una trasmissione di dati e quella successiva potrebbero trascorrere anche 3 minuti.

Il tabellino

Risultato finale Napoli-Genk 4-0
Marcatori: 3′, 26′ e 38′ pt Milik (N), 30′ st Mertens (N)

Formazioni ufficiali

Napoli (4-4-2): Meret; Di Lorenzo, Koulibaly, Manolas, Mario Rui; Callejon (dal 32′ st Llorente), Allan, Fabian Ruiz, Zielinski (dal 26′ st Gaetano); Mertens, Milik (dal 32′ st Lozano).
In panchina: Ospina, Elmas, Insigne, Luperto.
Allenatore: Carlo Ancelotti

Genk (4-3-3): Vandervoordt; Maehle, Dewaest, Lucumi, De Norre (dal 37′ st Neto Borges); Hrosovsky, Berge, Ito (dal 27′ st Hagi); Paintsil, Onuachu, Samatta (dal 18′ st Bongonda).
In panchina: Coucke, Wouters, Odey, Ndongala.
Allenatore: Hannes Wolf

Arbitro: Cuneyet Cakir (Turchia)
Ammoniti: 37′ pt Vandervoort (G), 29′ st De Norre (G), 35′ st Mario Rui (N), 42′ st Koulibaly (N), 44′ st Paintsil (G).
Recuperi: 1′ pt, 1′ st

Le azioni del match minuto per minuto

Primo tempo

Ore 18.55, inizia il match Napoli-Genk.

Nel 1° tempo gli azzurri attaccano da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

2′ – Verticalizzazione di Ruiz per Mertens, il quale lavora un buon pallone e conquista un corner sul settore di sinistra.

3′ – Sugli sviluppi di un calcio d’angolo da sinistra, Koulibaly colpisce di testa in area di rigore avversaria, ma la palla viene respinta dalla traversa e rientra in campo.

3′ – GOOOL. Napoli in vantaggio 1-0. Sul tentativo di disimpegno del Genk, Milik e Mertens vanno in pressing altissimo su Lucumi (entrato in possesso del pallone dopo l’episodio della traversa colpita da Koulibaly) e sul portiere belga, costringendo il giovanissimo Vandervoort all’errore con i piedi nel controllo del pallone. Il maldestro tentativo di smistamento della sfera da parte di Vandervoort, conseguente al retropassaggio di Lucumi, permette al polacco di scaraventare la palla in rete dall’area piccola. 

6′ – Gli azzurri mantengono una buona compattezza in fase di non possesso palla, non permettendo ai belgi di creare pericoli.

7′ – Koulibaly ci prova dalla media distanza: sfera fuori.

11′- Azione palla a terra degli azzurri e tiro ad effetto di Mertens dal limite: palla di poco alta.

12′ – Paintsil ci prova dai 25 mt: sfera di poco a lato, ma Meret era sulla traiettoria.

16′ – Ito ruba palla a Ruiz ai 35 mt e serve sulla zona sinistra dell’area di rigore del Napoli lo smarcatissimo Onuachu, il cui tiro termina clamorosamente sull’esterno della rete.

18′ – Ottima azione palla a terra del Napoli, ma sul cross basso di Callejon Milik non arriva col tempo giusto per impattare la sfera.

18′ – Cross da destra di Di Lorenzo e colpo di testa di Milik: palla a lato.

21′ – Koulibaly e Di Lorenzo intervengono con puntualità e allontanano la sfera dalla loro area di rigore.

23′ – Buona trama del Napoli e cross da sinistra di Mertens, ma la difesa avversaria chiude bene su Callejon.

24′ – Rui crossa da sinistra e stavolta la difesa belga respinge in corner. Nessun perocolo per i belgi sugli sviluppi del calcio d’angolo.

26′ – GOOOL. Raddoppio del Napoli. Cross di Di Lorenzo da destra per Milik, il quale anticipa il suo marcatore e tocca di prima dal centro dell’area di rigore senza lasciare scampo a Vandervoort.

29′ – Il Napoli si riporta in avanti con una certa fluidità di manovra e conquista un corner.

30′ – Sugli sviluppi del calcio d’angolo battuto da Callejon, Koulibaly colpisce di testa: palla di poco alta.

31′ – Assist di Zielinski per Ruiz, il cui tiro dai 14 mt viene ribattuto da Lucumi.

33′ – Ito scatta fulmineamente sulla destra, supera Mario Rui e mette il pallone rasoterra al centro dell’area di rigore de Napoli, ma Meret è attentissimo e devia la sfera. Qualche istante dopo Manolas completa il disimpegno azzurro.

35′ – Di lorenzo spinge sulla destra e crossa per Callejon, ma Lucumi è attento e devia in corner.

36′ – Difesa ben coperta del Genk sul calcio d’angolo da destra per il Napoli.

37′ – Calcio di rigore assegnato al Napoli. Verticalizzazione di Allan per Callejon, il quale tocca il pallone, ma viene affrontato maldestramente da Vandervoort e cade a terra.

37′ – Ammonito Vandervoort (G).

38′ – GOOOL. Napoli sul 3-0. Milik trasforma dal dischetto, spiazzando Vandervoort: portiere a sinistra e palla a destra.

42′ – Ripartenza veloce del Genk e palla per Onuachu, che manda a vuoto Koulibaly e poi calcia clamorosamente alto dal centro dell’area di rigore.

44′ – Paintsil a terra dopo un contatto ai 35 mt con Mertens.

45′ – Assegnato 1 minuto di recupero.

46′ – Paintsil rientra in campo e il gioco riprende.

47′ – Fischia Cakir. Finisce il 1° tempo. Al San Paolo il Napoli è temporaneamente in vantaggio per 3-0 sul Genk. Per ora decide la tripletta di Milik. Azzurri molto più fluidi in attacco rispetto alle precedenti gare, anche se lasciano ancora qualche perplessità nella fase di copertura.

Secondo tempo

Ore 19.57, riprende il match Napoli-Genk.

Nel 2° tempo il Genk attacca da sinistra verso destra rispetto alla visuale della tribuna stampa.

2′ – Il Napoli perde palla in fase di impostazione ai 35 mt e permette a Berg di andare al tiro dai 25 mt: parata a terra di Meret.

5′ – Due trame azzurre nell’arco di pochi secondi nei pressi dell’area di rigore del Genk, ma sia in quella sull’asse Ruiz-Mertens che in quella tra Di Lorenzo e Callejon la retroguardia belga riesce a cavarsela, seppur con qualche affanno.

7′ – Il Napoli resta compatto e non permette al Genk di rendersi pericoloso.

10′ – Berg ci prova dalla media distanza: parata dell’attento Meret.

13′ – Uscita ottima di Vandervoort su Callejon in area di rigore del Genk.

14′ – Gli azzurri restano in attacco e arriva la staffilata di Allan: palla di poco a lato.

17′ – Per rendere l’idea dell’attitudine alla compattezza del Napoli di stasera, basti pensare che qualche istante fa in una fase di difesa c’erano 10 giocatori azzurri in 15 mt, nonostante il vantaggio di 3-0…

18′ – Cambio nel Genk. Esce Samatta ed entra Bongonda.

20′ – Il Napoli, tra gli applausi di un pubblico finalmente ritrovato, gestisce bene le fasi di possesso palla e non permette al Genk di rendersi pericoloso.

22′ – Koulibaly recupera con gran tempismo un pallone in difesa e va via in progressione, ma ala fine viene chiuso in area di rigore avversaria. Applausi del pubblico per il senegalese.

26′ – Cambio nel Napoli. Esce Zielinski ed entra Gaetano, classe 2000 ed esordiente in Champions al pari di Vandervoort.

27′ – Cambio nel Genk, Esce Ito ed entra Hagi, figlio dell’indimenticata bandiera della Steaua, George.

29′ – Cross di Ruiz dalla sinistra per Callejon, il cui tiro a bitta sicura viene respinto con la mano da De Norre.

29′ – Ammonito De Norre e assegnato il calcio di rigore al Napoli.

30′ – GOOOL. Quarta rete del Napoli, Mertens trasforma dal dischetto. Classico cucchiaio del belga. Palla centrale e portiere a destra.

32′ – Doppio cambio nel Napoli. Escono Callejon e Milik ed entrano Llorente e Lozano.

35′ – Ammonito Mario Rui (N)

37′ – Punizione di Hagi e respinta di Meret.

37′ – Cambio nel Genk. Esce De Norre ed entra Neto Borges.

40′ – Il Napoli in questa fase ha abbassato un po’ il baricentro del proprio gioco, ma il Genk non riesce a trovare facili varchi.

42′ – Ammonito Koulibaly (N)

42′ – Punizione di Hagi dalla trequarti destra: tiro potente, ma leggermente fuori bersaglio.

44′ – Ammonito Paintsil (G)

45′ – Assegnato 1 minuto di recupero.

46′ – Triplice fischio di Cakir. Al San Paolo il Napoli batte il Genk per 4-0 e si qualifica agli Ottavi di Champions/Coppa Campioni per la 4^ volta nella storia. Gli azzurri arrivano secondi nel gruppo E in funzione della contemporanea vittoria del Liverpool sul Salisburgo.

Commenti post gara

Zielinski a Sky Sport: “La vittoria per 4-0 e la qualificazione agli Ottavi? Era quello che volevamo. Ci voleva. Penso che da qui fino alla fine dimostreremo di essere una grande squadra. Il Mister ci ha fatto i complimenti. Noi pensiamo a dare a scendere in campo e a dare il massimo. Siamo sempre col Mister, un grandissimo uomo. La differenza di rendimento rispetto al campionato ? Dobbiamo capire anche noi questa cosa, perché non è possibile che in Champions abbiamo fatto quasi sempre bene, pur giocando con i vincitori della scorsa edizione. Quindi abbiamo dimostrato di essere una grande squadra. poi è vero che in campionato facciamo fatica a vincere. Spero che sabato facciamo vedere che anche in campionato vinciamo, perché è da tempo che ci manca”.

Ancelotti a Sky Sport: “Il girone di Champions è stato fatto molto bene, con coraggio, con personalità, con voglia di fare. Credo che è una qualificazione meritata. E, visti i tempi, ce la teniamo molto stretta. In quest’ultimo periodo è stata una delle poche soddisfazioni che abbiamo avuto, con demerito nostro, sicuramente, ma rimane il fatto che nella Champions abbiamo dato dimostrazione di essere competitivi in Europa. Se sabato sarò ancora io l’allenatore del Napoli ? Non lo so. Io mi auguro di sì. Con il presidente, di comune accordo, domani valuteremo la situazione del momento e il da farsi. L’accelerazione nei contatti con altri allenatori? Io onestamente non ho saputo niente.  Ho preparato la partita. I giocatori sono stati attenti, concentrati. Non è stata una partita spettacolare, ma, comunque sia, chiusa bene già nel 1° tempo. Rumors che si rincorrono ? Dimissioni? Non l’ho mai fatto in vita mia e mai lo farò. La squadra ha risposto positivamente ? E’ una squadra che ha qualità – è inutile discuterlo – mantenuta nel torneo più importante e non espressa nel campionato, in cui ultimamente siamo molto indietro. E, soprattutto per quello che abbiamo fatto in Champions, rimane un rammarico grande. Problemi in autunno sia a Monaco nell’esperienza del 2° anno al Bayern che a qui a Napoli ? A Monaco c’è stato uno scontro con la società, soprattutto, nel senso che pensavo che fosse necessario un cambio della vecchia guardia per mettere forze fresche. E devo dire che con qualche giocatore a Monaco mi son scontrato… Qui è tutta un’altra questione. La squadra non è riuscita a esprimere le qualità migliori ma non perché ci fosse o c’è attrito tra me e i giocatori. Tra me e loro non c’è nessun attrito. E’ successo qualche episodio, come succede da tutte le parti (qualche giocatore dispiaciuto perché non ha giocato), ma questi non sono attriti, tant’è che ci sono stati giocatori che hanno giocato menomati proprio per darmi un segnale di presenza, di forza e di vicinanza. E’ un discorso completamente diverso. Le discussioni sono avvenute più con la società che non con lo spogliatoio ? Non ho avuto neanche discussioni con la società. Il fatto che sono messo in discussione è normale, come succede nel calcio. Non voglio essere giudicato per quello che ho fatto. Devo essere giudicato per quello che sto facendo. E in questo momento i risultati in campionato del Napoli non sono soddisfacenti. Spero che questa qualificazione ci tolga un  po’ di peso – perché questa squadra gioca con un fardello addosso troppo grande in questo momento – e ci dia l’energia per recuperare in campionato; perché il campionato è ancora molto lungo. E’ vero che siamo distanti dal quarto posto, ma col recupero di tutti i giocatori… secondo me ci possiamo rimettere in carreggiata anche in campionato”.

Milik a Sky Sport: “Prima tripletta col Napoli, prima tripletta in Champions e a casa nostra. E’ una notte bellissima per i nostri tifosi. Sono molto felice, soprattutto in questo momento difficile. Speriamo che tutti i momenti brutti siano passati e che ci possiamo concentrare solo sul migliorare il nostro gioco e vincere le partite. La nostra testa sta concentrata solo sul campo, perciò oggi abbiamo vinto”.

Koulibaly a Sky Sport: “Era molto tempo che cercavamo una vittoria. Era un momento molto difficile. Avevamo perso molta fiducia, soprattutto di squadra. Quindi era importante fare una bella partita, passare il girone. Fa piacere anche per i tifosi. Quante responsabilità ha il gruppo? Noi possiamo dare il 100% sul campo e provare a vincere le partite. La situazione si risolve solo se il gruppo rimane unito. Il Mister fa tutto per aiutarci. Io sono sempre con lui. Io gioco col cuore e tutta la squadra gioca col cuore. Quando ritroveremo la fiducia, cominceremo a vincere tante partite, a cominciare da sabato”.

Manolas a Sky Sport: “Abbiamo fatto un grande primo tempo, pur rischiando su due situazioni nate da errori nostri, ma la squadra ha dato una grande risposta. E spero che la daremo anche in campionato. La scintilla? Non voglio dirlo. Spero che continuiamo su questa strada per portare a casa vittorie anche in campionato, perché è fondamentale. Siamo molto indietro. Sono stati momenti di grande dispiacere. Non ci aspettavamo di fare risultati così in campionato, perché in Champions abbiamo fatto un grande girone. Sicuramente ci condiziona questa cosa, ma, quando vai in campo, devi pensare solo alla partita e non devi cercare alibi. Se cambiasse l’allenatore? Mi dispiacerebbe, perché Ancelotti è una grande persona, un allenatore che ha vinto tutto, però queste cose le dovete chiedere alla società…”.   

NOTA UFFICIALE SSC NAPOLI: La Societa Sportiva Calcio Napoli ha deciso di revocare l’incarico di responsabile tecnico della prima squadra al signor Carlo Ancelotti.
Rimangono intatti i rapporti di amicizia, stima e rispetto reciproco tra la società, il suo presidente Aurelio De Laurentiis e Carlo Ancelotti.

(Fonte: pagina twitter ufficiale https://twitter.com/sscnapoli)

*

Nota storica SSC Napoli

Graduatoria ‘all time’ cannonieri Napoli in gare ufficiali (Top 9 tutte le competizioni):
1° Marek Hamsik 121 gol,
2° Dries Mertens 118
3°Diego Maradona 115,

4° Attila Sallustro 108,
5° Edinson Cavani 104,
6° Artur Vojak 103,
7° Jose Altafini 97,
8° Antonio Careca 96,
9° Gonzalo Higuain 91.

Argomenti che potrebbero interessarti

Ecco, di seguito, una carrellata di link riguardanti il calcio internazionale (se ne consiglia la consultazione attraverso la tradizionale versione PC desktop o, qualora ce ne fosse bisogno, attivando – nella parte bassa della nostra Home Page che compare sul vostro dispositivo – l’applicazione mobile del sito Sportflash24.it).

Champions League 2019-20 

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2019-20

Champions League 2018-19

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2018-19

Champions League 2017-18

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2017-18

Champions League 2016-17

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2016-17

Champions League 2015-16

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2015-16

Champions League 2014-15

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2014-2015

Champions League 2013-14

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/champions-league-2013-2014

Europa League 2019-20

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2019-20

Europa League 2018-19

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2018-19

Europa League 2017-18

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2017-18

Europa League 2016-17

Risultati, marcatori e report  http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2016-17

Europa League 2015-16

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2015-16

Europa League 2014-15

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2014-2015

Europa League 2013-14

Risultati, marcatori e report http://www.sportflash24.it/tag/europa-league-2013-2014

Uefa Super Cup

Supercoppa Uefa 2019 http://www.sportflash24.it/tabellino-liverpool-chelsea-7-6-supecoppa-14-agosto-2019-uefa-221775

Supercoppa Uefa 2018 http://www.sportflash24.it/tabellino-atletico-madrid-real-4-2-supercoppa-uefa-213149

Supercoppa Uefa 2017 http://www.sportflash24.it/tabellino-real-madrid-manchester-united-2-1-supercoppa-uefa-8-187207

Supercoppa Uefa 2016 http://www.sportflash24.it/tabellino-real-madrid-siviglia-3-2-supercoppa-uefa-137346

Supercoppa Uefa 2015 http://www.sportflash24.it/barcellona-siviglia-cronaca-supercoppa-2015-tempo-reale-live-79892

Supercoppa Uefa 2014 http://www.sportflash24.it/real-madrid-siviglia-2-0-cronaca-azioni-supercoppa-2014-33386

Supercoppa Uefa 2013 http://www.sportflash24.it/cronaca-bayern-monaco-chelsea-7-6-finale-supercoppa-uefa-30-agosto-2013-137352

Albo d’oro – Hall of fame ‘Top Club Europa-Mondo’

COPPA CAMPIONI-CHAMPIONS LEAGUE  https://www.sportflash24.it/albo-doro-champions-league-coppa-campioni-71388

COPPA UEFA EUROPA LEAGUE http://www.sportflash24.it/albo-doro-coppa-uefa-europa-league-le-28-squadre-vincitrici-69825

SUPERCOPPA UEFA http://www.sportflash24.it/albo-doro-supercoppa-uefa-le-squadre-vincitrici-e-i-risultati-73918

COPPA DELLE COPPE UEFA http://www.sportflash24.it/coppa-delle-coppe-tutte-le-finali-ecco-lalbo-doro-220263

COPPA INTERCONTINENTALE-MONDIALE PER CLUB http://www.sportflash24.it/tag/coppa-intercontinentale

COPA LIBERTADORES  http://www.sportflash24.it/albo-doro-copa-libertadores-squadre-vincitrici-e-finaliste-216757

Pagine social

Sportflash24 è presente su due noti social network (Facebook e Twitter) con apposite pagine dedicate.

Ecco, di seguito, i link attraverso i quali si può accedere: www.facebook.com/sportflash24https://www.facebook.com/groups/1281747915292620/ (gruppo pubblico Amici di Sportflash24 con tante ultimissime e curiosità storico-sportive) e www.twitter.com/sportflash24

Napoli Genk 4-0 cronaca azioni 10 dicembre 2019

Napoli Genk minuto per minuto 10 dicembre 2019 Cronaca

LIVE sesto turno Champions League fase a gironi gruppo E. Diretta online azioni martedì dalle h 18.55 / Ecco le probabili formazioni, i calciatori convocati, le dichiarazioni pre-partita di Ancelotti, Mr Wolf e Meret e le possibilità di qualificazione agli Ottavi

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social