CALCIO, NOTA A MARGINE SU NAPOLI JUVE 0-1

CALCIO, NOTA A MARGINE SU NAPOLI JUVE 0-1 primo dicembre 2017 (Foto archivio Serie A Sandro Sanna)

CALCIO, NOTA A MARGINE SU NAPOLI JUVE  0-1 /

Due giorni fa, alla vigilia del big-match del San Paolo, ero convinto che la Juve sarebbe venuta a Napoli per vincere 1-0, in stile Trap. Nel contempo, ottimisticamente, avevo ipotizzato anche una prima ora ad alta intensità del Napoli e, in verità, pensavo che ‘il freno a mano tirato’ nel match con l’Udinese fosse una mossa per conservare energie da scaricare poi in campo in modo feroce contro la Juve. I fatti mi hanno dimostrato, invece, che a giocarsi la gara con ferocia (oltreché con tecnica, lucidità, tattica e fisicità saggiamente mixate da Mr Max) è stata la Vecchia Signora. Il Napoli aveva a disposizione il 1° set-Point scudetto col servizio a disposizione, ma …per continuare ad usare la metafora del tennis, ha commesso doppio fallo. Aveva infatti dalla sua il pubblico (che ieri però ha fatto harakiri con i fischi al Pipita) e la apparente tranquillità psicologica per giocarsela senza eccessiva frenesia, derivante dallo scendere in campo con un +4 in classifica rispetto ai propri avversari. Solo che…ha sprecato quell’occasione che, come tutti sappiamo, valeva abbastanza e che, tra l’altro, si era costruito con meriti unanimemente riconosciuti. E, se è vero che la Juve ha dato il massimo nella gara cruciale della sua stagione di campionato, non altrettanto si può dire degli azzurri. La squadra di Sarri ieri, proprio quando doveva legittimare il ruolo di prima della classe, ha mostrato il suo lato negativo. Riflettano, dunque, Sarri e De Laurentiis, i primi sconfitti del match di ieri sera. Se lo spettacolo che hanno portato in scena non ha convinto, è perché qualcosa non ha funzionato a dovere.In un meccanismo a tratti perfetto ed elettrizzante, creato col lavoro e con determinate risorse economiche, manca evidentemente l’efficacia di alcuni ingranaggi d’emergenza. E, se non si interviene su tale aspetto, il Napoli ‘DelaurentiSarriano’ probabilmente è ‘condannato’ a restare… primo tra i secondi.  LUIGI GALLUCCI

facebooktwittergoogle_pluspinterest

Commenti Social